Voleva controllare i miei vestiti prima di uscire e decidere con chi parlare…

Il mio ex é sempre stato possessivo, ma mai in maniera esagerata come il mese scorso, io sto vivendo male questo periodo…

Buonasera,
Settimane fa ho avuto una brutta brutta esperienza col mio ex ragazzo e per questo vorrei chiedervi un’opinione. Il mio ex é sempre stato possessivo, ma mai in maniera esagerata come il mese scorso, quando avevo messo una gonna ( non aderente che arrivava alle ginocchia) per andare a cena fuori e mi ero rifiutata di cambiarmi. Mi ha restituito le chiavi di  casa solo quando, ormai stanca, mi ero messa il pigiama. Da quel giorno in poi ha iniziato ad avere pretese assurde: dal voler controllare i miei vestiti prima di uscire al voler decidere con chi io potessi parlare (non voleva neanche che mi sedessi vicino a dei ragazzi a lezione, nonostante il 90% degli studenti del mio corso siano maschi). Il 20 novembre ho avuto una discussione con lui per questi motivi e ho minacciato di lasciarlo se lui non avesse cambiato atteggiamento nei miei confronti. Quel giorno avevo un vestito  perché sarei dovuta andare ad un compleanno, a cui non andai, dopo.Lui si arrabbiò molto e disse che se non mi fossi cambiata me l’avrebbe strappato e litigammo. Ad un certo punto, non so come, mi sono ritrovata con i collant strappati. Dopo quella volta io lo evitavo e dopo due settimane sono riuscita a lasciarlo.  Mi dispiace molto di avervi mandato un messaggio così lungo, ma io sto vivendo male questo periodo perché non mi sarei mai aspettata che il ragazzo con cui stavo assieme avrebbe mai potuto fare una cosa del genere…

Anonima


Cara Anonima,
non devi assolutamente scusarti per la lunghezza della mail, siamo qui per ascoltarvi e cercare di dare quanto più possibile risposte e contenimento emotivo; anzi sei stata molto brava tu a chiedere aiuto. In situazioni del genere non è sempre facile esporsi.
Così come non deve essere stato semplice lasciarlo, interrompere una storia sulla quale si tende a investire sogni e aspettative…
Probabilmente l’amore non è solo la ricerca del vissero felici e contenti ma è la necessità di incontrarsi ogni giorno, nel rispetto e nel riconoscimento dell’individualità dell’altro.
In ogni rapporto ci sono discussioni, legate a volte anche a pretesti stupidi, ma è chiaro che un litigio può essere importante proprio perchè ci permette di far capire all’altro cosa ci infastidisce o cosa non accettiamo, spingendoci poi ad aprire diverse riflessioni, nuovi modi di stare insieme.
Da quello che racconti invece non sembra emergere un dialogo ma soprattutto il bisogno di dover controllare l’altro perdendo di vista l’amore, la persona e soprattutto la fiducia.
La gelosia è uno dei tanti ingredienti del rapporto, a volte lo movimenta, a volte ci fa sentire importante ma non deve mai diventare uno strumento di prevaricazione o di soffocamento. Probabilmente il bisogno di controllare l’altro deriva da profonde insicurezze e fragilità relazionali pregresse. E se non c’è consapevolezza è facile proiettare e rovesciare sull’altro tutto il calderone di emozioni che non riescono a trovare un giusto contenitore.
In questi casi mettere dei limiti è molto importante e tu sei stata molto brava a mettere te al primo posto. Sicuramente non deve essere stato per nulla facile spesso nel rapporto di coppia si attivano delle dinamiche che non sempre riusciamo a controllare e ci troviamo a fare i conti con emozioni contrastanti quali amore, delusione, rabbia, impotenza, vergogna, colpa, soffocamento. E questa confusione a volte alimenta il legame con l’altro perdendo di vista il nostro benessere individuale.
Per questo ci preme sottolineare che hai dimostrato un grande coraggio e una forza incredibile nel preservare te stessa e la tua libertà di espressione. Devi esserne molto fiera e siamo sicuri che riuscirai a trovare un ragazzo che possa rispettare la tua persona e trovare diverse modalità per affrontare gli ostacoli che ogni rapporto porta con sè.

In bocca al lupo!
Un saluto!