spettacolo

Vent’anni senza Gianni Versace l’inventore delle top model

Vent’anni senza Gianni VersaceROMA – Vent’anni senza Gianni Versace. Venti anni senza una delle menti più creative della moda. Un genio che con Valentino e Giorgio Armani creò il mito della moda italiana nel mondo.

Vent’anni senza Gianni Versace, era il 15 luglio 1997

Sono le 9,05 del 15 luglio 1997 a Miami quando Gianni Versace viene ucciso. Teatro della morte Casa Casuarina, la sua villa di Ocean Drive. L’assassino, poi suicida, è il serial killer omosessuale Andrew Cunanan. Inutile la corsa al Jackson Memorial Hospital di Miami, Versace muore per mano di un “prostituto d’altro bordo, tossicodipendente, spacciatore che diventa il serial killer più ricercato dell’Fbi”. Così parla dell’omicida Tony Di Corcia nella biografia dedicata allo stilista.

15 luglio 1997, Roma

La città è in fermento. Sono in atto i preparativi di “Donna sotto le Stelle”, kermesse dedicata alla moda negli Vent’anni senza Gianni Versacesplendidi scenari della città eterna. Il grande circo della moda si paralizza alle notizie provenienti da oltre oceano. Da quel giorno la moda italiana non sarà più la stessa. Piangono e si stringono nel dolore di Donatella e Santo Versace praticamente tutti. Dagli stilisti alle top model che proprio Gianni Versace aveva creato. Icone di bellezza pronte a dare un’anima agli abiti sfarzosi ed eccentrici della maison Versace. A Roma ci sono tutte. Naomi, Linda, Carla, Cindy e Karen.

Vent’anni senza Gianni Versace, una carriera sempre al top

Nasce il 2 dicembre 1946 a Reggio Calabria. Lontano, lontanissimo, da Milano e da Roma. Arriva nell’attuale capitale della moda a 25 anni. Sono gli anni ’70. Firma collezioni per Florentine Flowers, Genny, Complice e Callaghan. Bisogna aspettare il 1978, era il 28 marzo, per assistere al debutto della maison Versace. Arrivano anche i premi come miglior stilista nel 1982. Da quel momento e fino alla sua morte è un escalation senza freni. Il mondo lo consacra come un genio della moda. Regine e attrici indossano i suoi abiti, i musei gli aprono le porte.

<
>

Vent’anni senza Gianni Versace, le sue donne

Con Gianni Versace le passerelle non ospitano più modelle impassibili che sfilano con abiti di alta sartoria. Con lui le top model si fanno interpreti delle creazioni. Donano loro un’anima. La moda di Gianni Versace vive così anche fuori dalle sfilate. Le magnifiche quattro, Fab Four, Linda Evangelista, Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Christy Turlington, legano i loro nomi a quelli della maison. La moda, quella di Versace in particolare, ha bisogno di icone di bellezza. Ecco quindi che le “quattro” si moltiplicano arrivano Carla Bruni, Stephanie Seymour, Cindy Crawford, Helena Christensen, Karen Mulder e Nadège du Bospertus. Tra le ultime Kate Moss. Ad immortalare queste bellezze vestite Versace si alternano i più grandi fotografi di sempre. Da Richard Avedon a Helmut Newton, da Irving Penn a Bruce Weber.

I suoi vip

Vestono Gianni Versace Lady Diana ed Elizabeth Taylor. Le sue creazioni sono adorate e indossate da Prince, Madonna ed Elton John. Tra i suoi “sponsor” vip Sylvester Stallone, Jon Bon Jovi e Sting. Non mancano i disegni per i costumi di scena, dal balletto all’opera.