Al via la Conferenza nazionale eTwinning

Oltre 100 i partecipanti tra docenti iscritti alla piattaforma, ambasciatori e referenti regionali eTwinning

Bologna – Al via a Bologna la Conferenza nazionale eTwinning 2017. L’evento, organizzato dall’Unità nazionale eTwinning Indire ha l’obiettivo di fare il punto sulle opportunità offerte dai gemellaggi elettronici per lo sviluppo delle competenze degli insegnanti.

Oltre 100 i partecipanti tra docenti iscritti alla piattaforma, ambasciatori e referenti regionali eTwinning. La tre giorni di lavori si è aperta con i saluti di Sara Pagliai, la coordinatrice nazionale Erasmus+ Indire, che ha delineato le prossime tappe che attendono l’agenzia.

È toccato a Donatella Nucci fare il punto della situazione sui progetti presentati e i quality label, i certificati di qualità che l’agenzia ha deciso di assegnare, ma anche sul percorso di disseminazione che si sta compiendo nelle singole regioni. E i numeri raccontano una storia di successo.

In Italia sono circa 56.500 gli insegnanti registrati alla piattaforma (oltre il 10% sul totale europeo), con oltre 18.500 progetti didattici realizzati in 14.000 scuole. In autunno sono in programma oltre 80 eventi di formazione nelle scuole di tutt’Italia.

A seguire è stato il momento della cerimonia di consegna dei premi nazionali per i migliori 10 progetti eTwinning del 2017, presentati da 17 docenti di 12 scuole. Quest’anno i progetti che si sono aggiudicati il riconoscimento di qualità hanno lavorato su vari temi, fra cui educazione all’imprenditorialità, uso creativo e attivo delle TIC, lingue straniere, ecologia, ambiente e inclusione sociale.

Fra i criteri per l’assegnazione dei premi si ritrovano i punti saldi del programma di gemellaggio elettronico.
Innovazione pedagogica. I ragazzi al centro del processo di apprendimento e delle attività.
Integrazione curriculare. Il progetto eTwinning che diventa parte integrante del programma di insegnamento.
Collaborazione. Il progetto che nasce e si sviluppa attraverso il lavoro in team per produrre insieme conoscenza.
Uso delle Tic. Le competenze digitali che i ragazzi utilizzano non a livello sperimentale, ma come strumento principale per veicolare i contenuti del progetto.

A chiusura di questa prima giornata sono stati consegnati anche i riconoscimenti di “Menzione speciale” ai secondi migliori progetti. Nella giornata di domani e in quella di sabato il programma prevede la partecipazione dei ricercatori di Indire: verrà presentata un’analisi dei risultati di un progetto di ricerca sulla formazione professionale dei docenti curato da Margherita Di Stasio ed un focus su come documentare la propria attività didattica, condotto da Laura Parigi. I partecipanti saranno coinvolti anche in attività di workshop per la formazione dei docenti su tematiche didattiche attuali e innovative: coding, peer learning, inclusione, scrittura collaborativa e media education, che saranno analizzate attraverso buone pratiche di progetto. L’obiettivo comune rimane sempre quello di provare a cambiare la scuola offrendo ai docenti uno strumento concreto per superare il modello classico della lezione frontale.

La Conferenza è trasmessa in diretta streaming dal canale YouTube di eTwinning Italia. Hashtag per seguire l’evento sui social: #eTwPremi17.