Il preservativo si è sfilato, lui se ne è accorto subito ma…

L’ultimo ciclo mi è finito il 29 dicembre.. ora siamo al 30 e ho tutti i sintomi del ciclo come mal di pancia, mal di schiena, acne e indurimento del seno ma ho letto che sono anche sintomi di gravidanza.. inoltre oggi ho notato nelle perdite tracce leggerissime di sangue. 

Salve.
In data 4 gennaio durante un rapporto con il mio ragazzo il preservativo si è sfilato.
Lui se ne è accorto subito e avendo cura di non girarlo dato che l’anello era dentro ma rivolto verso l’esterno, una volta fuori il liquido era tutto infondo e non sembrava essere uscito nulla anche perché accorgendosene subito non ha eiaculato.
L’ultimo ciclo mi è finito il 29 dicembre.. ora siamo al 30 e ho tutti i sintomi del ciclo come mal di pancia, mal di schiena, acne e indurimento del seno ma ho letto che sono anche sintomi di gravidanza.. inoltre oggi ho notato nelle perdite tracce leggerissime di sangue.
Sono anche molto stressata dalla scuola.. Non posso dire nulla ai miei genitori a causa di una situazione molto difficile.. dovrei preoccuparmi?

Chiara, 17 anni


Cara Chiara,
da quello che ci scrivi ci sembra di capire che siete stati molto attenti e inoltre non c’è stata alcuna eiaculazione. Alcuni recenti studi scientifici affermano che il liquido preseminale, che precede quindi il momento della eiaculazione, abbia solo una funzione meccanica di lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Non dovrebbe quindi contenere spermatozoi e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di fecondare. Non specifichi se il rapporto è avvenuto durante il periodo fertile, ma non ci dovrebbero essere significativi rischi.
Dai sintomi che descrivi sembra che il ciclo stia arrivando, prova ad aspettare ancora qualche giorno e cerca di stare tranquilla. Ricorda che lo stress è un fattore importante che può inibire l’aspetto ormonale. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Se l’ansia dovesse prendere il sopravvento potresti anche effettuare un test di gravidanza, facilmente reperibile in farmacia, valido o dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio, ovvero il tempo necessario affinchè l’ovulo fecondato risalga le tube di Falloppio e si impianti sull’endometrio, solo allora il corpo inizierà a rilasciare l’ormone della gravidanza.
E’ chiaro che in una consulenza online non è possibile fare diagnosi perchè non abbiamo tutti gli strumenti idonei di approfondimento ma da quello che ci hai riferito ribadiamo che non dovrebbero esserci rischi particolari in quanto sembra che non ci sia stato alcun contatto con l’ambiento interno e che non ci sia stata una eiaculazione.
Speriamo di essere stati di aiuto.
Un caro saluto!