Il mio ciclo è in ritardo di 3 giorni… Ed ho molta ansia…

Sono la ragazza che ha già mandato un email nella quale dicevo che in seguito a preliminari,ho sentito un liquido  (dal mio ragazzo) e successivamente sono andata a fare pipì e mi sono pulita con la carta,temendo una gravidanza (lui non è venuto).

Buonasera,sono la ragazza che ha già mandato un email nella quale dicevo che in seguito a preliminari,ho sentito un liquido  (dal mio ragazzo) e successivamente sono andata a fare pipì e mi sono pulita con la
carta,temendo una gravidanza (lui non è venuto) Il mio ciclo è in ritardo di 3 giorni… Ed ho molta ansia..

G., 15 anni


Cara Gaia,
hai fatto bene a riscriverci, quando l’ansia prende il sopravvento diventa veramente difficile riuscire a vedere il quadro di insieme delle cose.
Come ti abbiamo precedentemente risposto, è davvero difficile che si instauri una gravidanza attraverso il solo petting; un concepimento, infatti può avvenire con un rapporto completo con eiaculazione interna alla vagina ed inoltre la donna deve trovarsi nei suoi giorni fertili. Nel tuo caso non vi è stata una eiaculazione, ma la fuoriuscita solo del liquido preseminale che precede la vera eiaculazione, durante i preliminari, e ha una finalità prettamente meccanica: lubrificare l’uretra affinché si crei un ambiente idoneo al passaggio dello sperma. Secondo alcune recenti ricerche sul liquido preseminale affermano che non sono presenti spermatozoi mobile e seppure ve ne fossero piccole quantità queste non sarebbero in grado di fecondare. Inoltre va ricordato che gli spermatozoi a contatto con aria, acqua, saponi, stoffe, jeans perdono la possibilità di fecondare.
Il ritardo del ciclo porta con sè diverse sfaccettature e non sempre è attribuibile ad un rischio gravidanza. Possono esserci fisiologiche oscillazioni ormonali, infezioni vaginali, alterazioni della tiroide, la presenza di cisti ovariche, alterazioni dello ciclo sonno-veglia, assunzioni di farmaci e/o droghe, il ricorso a diete drastiche, una attività sportiva eccessiva, ma soprattutto stress emotivo. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Tecnicamente non dovrebbero esserci fattori di rischio, molte probabilmente il ritardo è legato proprio a questo stato di tensione e di agitazione, ma se può tranquillizzarti un elemento più concreto puoi effettuare un test di gravidanza, facilmente reperibile in farmacia. La sua attendibilità è valida sin dal primo giorno di ritardo oppure dopo 12/14 giorni dal  presunto rapporto a rischio.
Anche se immaginiamo sia davvero difficile prova a stare tranquilla, non ci dovrebbero essere significativi fattori di rischio, e molto probabilmente vedrai che il risultato sarà negativo.
Un caro saluto!