Per l’USR Puglia un 23 maggio sulle piazze del territorio

ROMA – Un 23 maggio diffuso sul territorio. Il 26esimo anniversario delle stragi di Capaci e via D’Amelio coinvolgera’ gli studenti di tutta la Puglia grazie alla decisione dell’Ufficio scolastico regionale di essere presente con diverse iniziative disseminate in piu’ piazze.

Saranno 1.200 studenti di sei istituti, che dopo aver fatto un percorso sui temi della legalita’, si recheranno a Brindisi con Libera, mentre a Gallipoli ragazzi, docenti e genitori sono invitati a ‘Echi di legalita”, un incontro organizzato con il patrocinio dell’Unesco sui temi di immigrazione e lotta alle mafie che sul Mediterraneo controllano quella clandestina.

Si concludera’ poi proprio il 23 maggio all’istituto superiore ‘Marco Polo’ di Bari il progetto su ‘Bullismo, cyberbullismo e legalita”, un evento a cui partecipera’ anche il direttore generale dell’Usr. Nel pomeriggio a partire dalle 17, nel quartiere Liberta’ a Bari vecchia, si concludera’ la settimana di tornei di promozione della legalita’ tra le scuole del territorio organizzata dall’istituto salesiano ‘Redentore’, l’Usr Puglia, l’Associazione Nazionale Magistrati, Libera ed altre associazioni del terzo settore.

In piazza Redentore saranno letti i ‘contro-pizzini’, pizzini di Giovanni Falcone scritti dagli alunni delle scuole. A seguire, si terra’ l’assemblea pubblica della costituenda rete antimafia e sara’ presentato il libro ‘Alle mafie diciamo NOi’ del procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, Giuseppe Gatti. Al successivo dibattito cittadino parteciperanno il questore, il sostituto procuratore della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, un giudice del Tribunale e un giornalista Rai.

Nel corso dell’evento si terranno performance degli studenti delle scuole della zona. Le iniziative continueranno il giorno successivo con ‘Il treno dell’anticorruzione’ organizzato dalle ferrovie appulo lucane in collaborazione con l’Usr. Mentre il treno correra’ sui binari che collegano Bari a Matera, rappresentanti della scuola, delle ferrovie e del tribunale si confronteranno sul tema della legalita’, in particolare dell’anticorruzione, con gli studenti e i docenti.