Studenti del 'Ferraris di Brindisi realizzano souvenir per il turismo

Studenti del ‘Ferraris’ di Brindisi realizzano souvenir per il turismo

BRINDISI – Un gruppo di ragazzi dell’istituto professionale per l’industria e l’artigianato ‘G. Ferraris’ di Brindisi creano riproduzioni in miniatura dei monumenti storici ed artistici piu’ importanti della citta’ che si affaccia sulla costa dell’Adriatico, vendendoli a crocieristi e turisti.

Un modo creativo ed originale per contribuire a diffondere la storia e la bellezza del territorio nel mondo ed un’iniziativa fortemente voluta e promossa dalla dirigente scolastica dell’istituto, Rita Ortenzia De Vito.

Gli studenti si sono costituiti nell’Associazione Cooperativa Scolastica (ACS) ‘Messapia’ e, supportati dal professore e referente del progetto Angelo Giannone, lavorano al tornio o creano a mano i prodotti che vendono nei gazebi e stand, situati nei punti piu’ significativi del centro storico di Brindisi.

Il progetto- ha detto il professore Angelo Giannone- ha l’obiettivo di promuovere la conoscenza del patrimonio storico ed economico della citta’, per rafforzare la consapevolezza della propria identita’ culturale e l’appartenenza consapevole al territorio. Inoltre, il lavoro svolto dalla cooperativa stimola la conoscenza e l’acquisizione di competenze legate all’imprenditoria. Cerchiamo di formare i nostri ragazzi per fornire loro competenze che in futuro avranno l’opportunita’ di spendere nel mondo del lavoro”.

Calamite, segnalibri, magliette sono le realizzazioni dei giovanissimi artigiani, con le riproduzioni della chiesa di San Giovanni al Sepolcro, del Monumento del Marinaio, delle Colonne romane, situate nel porto della citta’, e di anfore olearie e vinarie prodotte in epoca romana. “Collaboriamo con l’istituto Palumbo di Brindisi– ha spiegato Jago Giordano, studente del Ferraris e presidente di ‘Messapia’- ma mentre loro si sono specializzati nella realizzazione di mappe turistiche della citta’, noi proponiamo le nostre creazioni lavorando con le macchine utensili e producendole a mano”.

Negli ultimi anni, Brindisi e’ diventata uno dei piu’ importanti scali nazionali per le crociere, insieme a Bari e Monopoli, con una importante ricaduta positiva per la Puglia che punta al turismo. Da qui, e’ nata l’idea degli studenti di produrre souvenir per il turismo e di apportare il proprio contributo all’incremento della promozione turistica della citta’.