Al Cutelli di Catania arriva la biologia con curvatura biomedica

Al Cutelli di Catania arriva la biologia con curvatura biomedica

CATANIA  – Trenta studenti del liceo classico ‘Mario Cutelli’ di Catania inizieranno, quest’anno, il percorso nazionale di ‘Biologia con curvatura biomedica’. Il percorso sperimentale è stato presentato nell’Aula Magna del liceo dalla dirigente scolastica Elisa Colella, alla presenza degli studenti e delle loro famiglie. Il progetto promosso dal ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca e dalla Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e Odontoiatri (FNOMCeO), ha visto coinvolti l’anno scorso 30 licei scientifici di tutto il territorio nazionale e quest’anno apre le porte anche ai licei classici. Il ‘Mario Cutelli’ è il primo liceo classico della provincia di Catania ad iniziare l’indirizzo biomedico, in un collegamento diretto con il mondo universitario.

“Si tratta di un percorso di potenziamento ed orientamento,- ha spiegato la professoressa Elisa Colella- avrà una durata triennale ed è rivolto agli studenti di primo liceo con propensioni per le discipline scientifiche. L’obiettivo è quello di facilitare le loro scelte universitarie e professionali, in ambito sanitario”.

Con un monte annuale di 50 ore all’interno del piano di studi, il nuovo percorso si articoleà in lezioni in aula ed in periodi di apprendimento mediante attività di laboratorio: “Venti ore di formazione- ha spiegato la professoressa responsabile del progetto Marcella Margarone- saranno tenute in aula dai docenti interni, venti ore da medici indicati dall’ordine provinciale dei medici e dieci ore, valide anche nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, nelle strutture sanitarie e nei reparti ospedalieri del territorio”.

Molteplici i nuclei tematici che i ragazzi del Cutelli affronteranno durante l’anno scolastico 2018/2019: dallo studio dell’apparato tegumentario a quello muscolo-scheletrico; dall’apprendimento del tessuto sanguigno e del sistema linfatico all’apprendimento dell’apparato cardiovascolare. A conclusione di ogni nucleo tematico, della durata di due mesi ciascuno, gli studenti affronteranno test di verifica con 45 quesiti a risposta multipla.

La sperimentazione del percorso di biologia con curvatura biomedica ha avuto inizio sette anni fa al liceo Leonardo da Vinci di Reggio Calabria, divenuto capofila dell’ambizioso progetto. Al liceo calabrese è stato affidato dal Miur il compito di predisporre una piattaforma virtuale, in cui verranno condivisi con i licei aderenti alla rete, il modello organizzativo ed i contenuti didattici del percorso.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it