Presentati in Campidoglio progetti contro abbandono in periferie

Presentati in Campidoglio progetti contro abbandono in periferie

ROMA – Potenziare l’offerta formativa negli istituti di periferia per dar modo agli studenti di “riappropriarsi” delle proprie scuole e di contrastare l’abbandono, ancora molto alto nelle zone non centrali della città. E’ l’obiettivo del progetto ‘Stelle di periferie – scuole attive per l’inclusione’ a cura dell Centro Alfredo Rampi onlus in collaborazione con Roma Capitale e presentato oggi in Campidoglio durante il seminario ‘Scuola e periferie’.

Il progetto mette in campo una pluralità di azioni, tra cui: attività sulla sicurezza dell’edificio scolastico e del quartiere, counseling, potenziamento del metodo di studio, corsi di italiano e laboratori ludico-espressivi (gratuiti) pomeridiani dentro le scuole. Lo scopo è far diventare la scuola un centro di aggregazione pomeridiano per genitori e ragazzi sul modello del campus americano. Inoltre il progetto prevede affiancamento agli insegnanti per implementare il loro impegno ‘di trincea’ con le risorse della comunita’ educante (associazioni sportive, centri psicopedagogici, associazioni artistiche di cinema, teatro e danza).

L’iniziativa, nasce dalla sinergia di 4 Municipi, 5 istituti Scolastici e 10 enti del terzo settore e si avvarrà di diverse professionalità: psicologi, architetti, formatori, educatori, pedagogisti, valutatori. E’ stato pensato per alcuni quartieri periferici della Capitale: Prenestino (Municipio V), Tor Bella Monaca (Municipio VI), Acilia (Municipio X), Primavalle (Municipio XIV), caratterizzati da condizioni di marginalita’ e poverta’ che incidono sull’accesso all’istruzione.

“Per noi- ha detto l’assessore alle Politiche giovanili, Daniele Frongia presente al seminario- è importante valorizzare le periferie per rinnovare la scuola. Ci fa molto piacere essere qui oggi con tante associazioni attive da decenni sul territorio. Tantissime le attività di questo programma che ci auguriamo abbia un effetto positivo sulla comunità”.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it