"Spargiamo il seme delle STEAM", al via la quinta edizione di Coding Girls

“Spargiamo il seme delle STEAM”, al via la quinta edizione di Coding Girls

ROMA – Spargiamo il seme delle Steam. Si apre con questo invito la quinta edizione di Coding Girls, il programma – presentato nella sede dell’ambasciata americana di Roma – che punta ad azzerare il gap di genere nel settore tecnico-scientifico. Un campo, nell’immaginario di molti, di competenza dei soli uomini. Il tema è più acceso che mai. È così che Fondazione Mondo Digitale, l’ambasciata americana in Italia e Microsoft continuano, ogni anno, a combattere i pregiudizi di genere. 
 
L’informatica, l’ingegneria, la matematica e tutte le materie correlate sono per tutti, nonostante – ad oggi – sia solo il 24,9% delle donne a laurearsi in settori legati alla tecnologia.
 
Il coding si inserisce in questo contesto come base di una digitalizzazione più paritaria.  Dopo aver raggiunto, nel 2017, oltre 4.000 studentesse, il programma Coding Girls lancia una nuova sfida per questa sua quinta edizione: cento Coding Girls delle scuole superiori dovranno formate 6.000 coetanee. “Le ragazze che ogni anno partecipano – ha spiegato Mirta Michilli (Direttore Generale Fondazione Mondo Digitale) – al programma possono essere protagoniste e diventare formatrici di studentesse più piccole, addirittura delle bambine delle scuole elementari”. L’obiettivo è “far crescere la sensibilizzazione delle giovani donne alle professioni nei settori della scienza e della tecnologia. Settori importanti e promettenti economicamente, con tanti posti di lavoro che le donne italiane possono ambire a ricoprire”. 
 
Dal 6 al 20 novembre, guidate dalla coach americana Emilia Thomforde (Code Educator and Science Technology Engineering Art and Mathematics – Steam – Specialist), le giovani programmatrici saranno protagoniste di una staffetta formativa itinerante in 28 scuole di 7 città italiane: Torino, Milano, Roma, Napoli, Salerno e Catania. Agli allenamenti di Coding seguiranno maratone regionali di programmazione e creatività con il coinvolgimento delle università.
 
La collaborazione con i principali atenei italiani è uno dei risultati di un anno di lavoro dell’associazione Coding Girls, che oggi conta 25 hub nelle scuole di tutto il paese e che – in questa quinta edizione del programma – avrà, proprio in virtù della sua espansione, un ruolo preponderante nella formazione delle ragazze. 
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it