Al via la terza edizione di Startupper school academy

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Al via la terza edizione di ‘startupper school academy’, il programma della Regione Lazio che ha l’obiettivo di promuovere la creatività e l’imprenditorialità nelle scuole superiori del territorio. Il progetto è stato presentato oggi al WiGil di Roma dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Gian Paolo Manzella. Contestualmente sono stati anche premiati i progetti di startup Innovative e spin-off della ricerca che hanno vinto il bando regionale Pre-Seed.

Il programma – che ha visto negli anni passati 494 istituti coinvolti, 15.861 studenti e 907 studenti – prevede una serie di attività di formazione in classe d presso gli incubatori di impresa regionali, oltre a competizioni tra gli studenti. Al Wigil sono stati anche presentati due dei progetti premiati nella scorsa edizione, particolarmente significativi: ‘Smartdress’, realizzato da un gruppo di studenti dell’Iiss John Von Neumann di Roma, e ‘Make Eat Easy’, ideato da degli alunni dell’Iiss Nicolucci-Reggio di Isola del Liri (FR).

È stato poi il momento del racconto delle attività che si svolgono nel mondo dell’Università a favore dell’imprenditorialità. In particolare, e’ stato invitato il professor Carlo Alberto Pratesi, docente di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Roma Tre, referente del programma Dock3, il percorso di training e incubazione per startup dell’Università degli Studi Roma Tre.

Infine, sono state illustrate le azioni in campo per sostenere la nascita e sviluppo di nuove imprese innovative nel Lazio. Più nello specifico sono stati presentati i risultati fin qui raggiunti dal bando regionale Pre-Seed, destinato a sostenere startup innovative e spinoff della ricerca; un avviso da 4 milioni che concede agevolazioni fino a 100.000 euro, che è ancora aperto.

Fino a oggi il bando ha sostenuto 64 progetti (41 startup innovative e 23 spinoff) per un contributo complessivo di 2,8 milioni di euro. A raccontare questo bando e la loro esperienza erano presenti gli autori di tre dei progetti vincitori che hanno illustrato storie e progetti di: Powahome, impresa che crea sistemi di controllo remoto per le abitazioni; Vik School, che crea videogames per l’apprendimento della matematica nei ragazzi delle elementari e delle medie e Idroluppolo, che produce birra con la tecnica idroponica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it