Al via la terza edizione di Startupper school academy

Al via la terza edizione di Startupper school academy

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Al via la terza edizione di ‘startupper school academy’, il programma della Regione Lazio che ha l’obiettivo di promuovere la creatività e l’imprenditorialità nelle scuole superiori del territorio. Il progetto è stato presentato oggi al WiGil di Roma dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, e dall’assessore allo Sviluppo economico, Gian Paolo Manzella. Contestualmente sono stati anche premiati i progetti di startup Innovative e spin-off della ricerca che hanno vinto il bando regionale Pre-Seed.

Il programma – che ha visto negli anni passati 494 istituti coinvolti, 15.861 studenti e 907 studenti – prevede una serie di attività di formazione in classe d presso gli incubatori di impresa regionali, oltre a competizioni tra gli studenti. Al Wigil sono stati anche presentati due dei progetti premiati nella scorsa edizione, particolarmente significativi: ‘Smartdress’, realizzato da un gruppo di studenti dell’Iiss John Von Neumann di Roma, e ‘Make Eat Easy’, ideato da degli alunni dell’Iiss Nicolucci-Reggio di Isola del Liri (FR).

È stato poi il momento del racconto delle attività che si svolgono nel mondo dell’Università a favore dell’imprenditorialità. In particolare, e’ stato invitato il professor Carlo Alberto Pratesi, docente di Economia e Gestione delle Imprese all’Università di Roma Tre, referente del programma Dock3, il percorso di training e incubazione per startup dell’Università degli Studi Roma Tre.

Infine, sono state illustrate le azioni in campo per sostenere la nascita e sviluppo di nuove imprese innovative nel Lazio. Più nello specifico sono stati presentati i risultati fin qui raggiunti dal bando regionale Pre-Seed, destinato a sostenere startup innovative e spinoff della ricerca; un avviso da 4 milioni che concede agevolazioni fino a 100.000 euro, che è ancora aperto.

Fino a oggi il bando ha sostenuto 64 progetti (41 startup innovative e 23 spinoff) per un contributo complessivo di 2,8 milioni di euro. A raccontare questo bando e la loro esperienza erano presenti gli autori di tre dei progetti vincitori che hanno illustrato storie e progetti di: Powahome, impresa che crea sistemi di controllo remoto per le abitazioni; Vik School, che crea videogames per l’apprendimento della matematica nei ragazzi delle elementari e delle medie e Idroluppolo, che produce birra con la tecnica idroponica.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it