#TrashChallenge: la sfida ai rifiuti arriva ad Augusta

#TrashChallenge: la sfida ai rifiuti arriva ad Augusta

Protagonisti gli alunni dell'istituto Ruiz
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Augusta (Siracusa) – Sulla scia di #TrashChallenge, la sfida social che punta a ripulire l’ambiente dai rifiuti a colpi di #trashtag, circa trenta studenti dell’istituto superiore ‘Ruiz’ di Augusta (Siracusa) si sono dati appuntamento questa mattina al faro di santa Croce per ripulire l’omonimo tratto di costa che affaccia sullo Ionio. Un piccolo promontorio di roccia bianca eroso dalla risacca e dal vento di maestrale su cui si trova il faro costruito in epoca borbonica.

“Qui, in estate ci facciamo il bagno- racconta Giorgia Panico, una delle studentesse del Ruiz che, insieme ai suoi compagni di classe, ha aderito all’iniziativa- ed è sempre ricoperto dai rifiuti a causa del menefreghismo della gente”. I ragazzi hanno pensato di rendere proficuo il tempo a disposizione durante le vacanze pasquali e, muniti di guanti e buste, hanno ripulito l’area deturpata da cicche, cartacce, sacchetti di plastica, lattine e bottiglie di vetro.

“L’intento- spiega Giorgia- è quello di sensibilizzare le coscienze dei nostri concittadini e di diffondere l’amore per il nostro territorio. In un clima di attenzione mediatica rivolta all’ambiente sull’onda delle iniziative di Greta Thunberg, anche noi vogliamo lanciare un messaggio: consegnare un mondo migliore alle nuove generazioni, rispetto a quello che hanno lasciato a noi”.

Una ventina di sacchi di spazzatura sono stati raccolti dai ragazzi che hanno lavorato suddivisi in gruppi, e sono stati trasportati dalla ditta locale di smaltimento dei rifiuti per essere avviati al riciclo. A ripulire l’area circostante lo storico faro risalente al 1856 ed abbandonata al degrado, anche alcune volontarie di Intercultura, l’associazione onlus che promuove programmi scolastici internazionali ed i ragazzi stranieri presenti in città.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it