Shoah, all'ic 'Del Vergante' di Invorio posata pietra d'inciampo

Shoah, all’ic ‘Del Vergante’ di Invorio posata pietra d’inciampo

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

INVORIO (NO) – Una pietra d’inciampo, simbolo dello sterminio nazista durante la seconda guerra mondiale, è stata posata dagli alunni e dalle alunne dell’istituto comprensivo ‘Del Vergante’ di Invorio, in provincia di Novara, nell’ambito di un’iniziativa promossa dal ministero dell’Istruzione e dall’agenzia di stampa Dire.

Ieri mattina tutte le classi quinte della primaria e le sezioni del triennio di secondaria di primo grado, si sono radunate all’ingresso del plesso. Qui, di fianco alla targa dedicata a Guido Petter, il celebre psicologo che dà il nome alla scuola, i ragazzi e le ragazze hanno affisso la pietra e ascoltato le testimonianze dei sopravvissuti ad Auschwitz raccolte in un video, e poi le parole del loro dirigente scolastico, Domenico Rodolfo Sarli.

“È stato un momento importante e commovente di condivisione e riflessione- ha raccontato a diregiovani.it la docente Lara Ferrari– il nonno del nostro dirigente è stato uno dei milioni di deportati nei campi, per questo ha spiegato ai bambini il ruolo storico dei partigiani, e perché è così importante dire anche dei no per cambiare quello che non va bene. Il dirigente- ha proseguito Lara Ferrari– ha poi voluto sensibilizzare gli alunni su questo tragico pezzo di storia contemporanea mettendoli in guardia da quanti, sempre di più, negano quello che è accaduto. Per noi ricordare significa guardare al passato per costruirci un futuro migliore- ha concluso Ferrari– Ora i ragazzi, vicino alla targa per Petter e alla pietra della memoria, vogliono affiggere una loro foto per ricordare questo momento”.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it