Caso George Floyd, Sony rimanda la presentazione di PlayStation 5

Per il colosso giapponese non è il momento giusto per celebrare l'evento

Ci sarà da aspettare ancora per la presentazione della nuova PlayStation 5. Sony ha deciso di posticipare l’evento, inizialmente previsto per il 4 giugno, a data da destinarsi. La motivazione riguarda la delicata situazione negli USA, dove da giorni si susseguono manifestazioni e proteste anti razzismo dopo la morte di George Floyd.

“Non riteniamo che questo sia il momento giusto per fare festa- si legge in un tweet dell’azienda vogliamo fare un passo indietro a lasciare spazio e visibilità ai messaggi veramente importanti per la collettività”.

L’uscita della PlaySation 5 è prevista per Natale 2021. Recentemente Sony aveva svelato in anteprima il DualSense, il nuovo controller che sostituirà il DualShock 4. Prima ancora, aveva dato qualche anticipazione sulle caratteristiche tecniche della nuova console, come la retrocompatibilità con alcuni giochi della PS4.

2020-06-03T10:40:28+02:00