Scuola, contrasto alla povertà educativa: le iniziative di 'P.arch'

Scuola, contrasto alla povertà educativa: le iniziative di ‘P.arch’

Coinvolti più di 150 bambini tra Roma e Palermo
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Un progetto pensato per contrastare la povertà educativa attraverso la creatività, l’arte e la cultura a partire dalla dimensione territoriale e cittadina. Questa l’iniziativa ‘P.arch – Playground architetti di comunità’, ideato da Farm Cultural Park e Melting pro, insieme a Ecomuseo Casilino ad Duas Lauros, Università degli Studi di Palermo – Dipartimento Architettura, Associazione CLAC, Associazione Rete ITER, Comune di Palermo, Tuo Museo e Made for Skills.

Il progetto, organizzato nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, riguarda 3 Istituti scolastici, coinvolgendo più di 150 bambine e bambine: l’IC ‘Via Maffi’ di Roma, l’IC ‘Giuliana Saladino’ di Palermo e l’IC ‘Falcone’ di Favare, in provincia di Agrigento coinvolgendoli in varie iniziative come una serie di video Youtube per stimolare la fantasia e la creatività dei bambini e l’interazione con i loro familiari, il laboratorio di storytelling online per gli alunni e le alunne dell’IC ‘Via Maffi’ e la creazione di un tour alla scoperta del quartiere Primavalle.

Tra le ultime iniziative, quella dei Box a sorpresa in occasione della chiusura dell’anno scolastico. ‘P.arch’ ha donato all’istituto ‘Via Maffi’ 150 box contenenti un kit per attività ricreative e ludiche. In questo caso lo stupore e il mistero diventano strumento di ‘engagement’. Giochi, ricette, bombe di semi, caccia al tesoro, attività artistiche che aiuteranno i bambini ad esercitare la loro creatività e diventare parte attiva di ‘P.arch’.

Da questo percorso e da quelli creati a Palermo e Favara, è nata ‘P.arch city’ una città immaginaria che racchiude i 3 territori in un’unica mappa, non più separati quindi da chilometri di distanza ma vicini grazie alla fantasia e l’immaginazione. Per concludere quest’anno scolastico molto particolare poi, l’11 giugno ci sarà un grande video party sulla piattaforma Zoom con i bambini e le bambine di tutti gli istituti coinvolti.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it