Ho il dubbio se introdurre con mia figlia di 16 anni il discorso sul sesso…

Salve esperti,
sono una mamma di una ragazzina di 16 anni, abbiamo un bel rapporto e devo dire che è una ragazza che mi dà molte soddisfazioni.
Da circa sei mesi si è fidanzata, mi ha presentato il fidanzatino che è un suo compagno di classe, è un bravo ragazzo e insieme sono davvero teneri. Il dubbio che ho e se introdurre con mia figlia il discorso sul sesso, da bambina ne avevamo un po’ parlato ma poi più niente. So per certo che non è successo ancora nulla ma inizio a pensare che potrebbe non raccontarmi tutto e quindi non so se ha delle paure o timori e ha bisogno che qualcuno gli spieghi delle cose.
Come posso affrontare l’argomento senza risultare invadente? E’ il caso anche di portarla da un ginecologo?
Vi ringrazio

Anonima


Cara Anonima, 
ti ringraziamo per aver condiviso con noi i tuoi pensieri. E’ un momento importante come genitori accettare che i figli inizino a vivere le prime relazioni di coppia così come le prime esperienze sessuali.  Parlare di sessualità non è semplice e molto spesso diventa un argomento imbarazzante che non si riesce ad affrontare. E’ bene non farsi cogliere impreparati e sorpresi, ma cercare di fornire gli strumenti adeguati per aiutarli al meglio in questa fase molto delicata.
Sarebbe importante per i genitori riuscire ad affrontare l’argomento senza sentirsi eccessivamente a disagio. Il genitore, nell’ esperienza affettiva e sessuale dei figli, riveste un ruolo fondamentale nel trasmettere quella fiducia in se stessi e quella cornice di valori che li possano orientare nelle scelte, anche in una fase in cui vorrebbero far da soli ed essere indipendenti. Contenuti a carattere sessuale sono presenti ormai dappertutto per cui diventa compito dei genitori affrontare l’argomento con i propri figli, educarli ad una sessualità responsabile così che vivano con maggiore consapevolezza e meno rischi le prime esperienze intime. Uno dei rischi di non parlare con i figli potrebbe essere quello di spingerli a cercare in rete, acquisendo anche informazioni errate, diseducative, non idonee alla loro età.
Sarebbe preferibile iniziare a parlarne sin da piccoli, come ha fatto lei, utilizzando ovviamente un linguaggio appropriato per la loro età, per poi proseguire durante l’adolescenza con un linguaggio adatto. Le consigliamo di provare ad introdurre l’argomento, cercando di sentirsi a suo agio in modo da trasmetterlo a sua figlia. Si tenga aperta all’incontro, non deve passarle solo delle informazioni ma chiederle anche di cosa ha bisogno o cosa sente e se ha voglia di parlarne. E sempre in quest’ottica proporle la proposta del ginecologo, lasciando a sua figlia la scelta. Rispetti anche i tempi della ragazza, le faccia capire che lei è disponibile per quando si sentirà pronta a parlarne.
Se vuole torni pure a riscriverci,

Un caro saluto.

1 Ottobre 2020