Lavoro nelle scuole, sono al quinto mese di gravidanza e sono nel panico….

Salve esperti,
i contagi nelle scuole stanno aumentando, c’è sempre più incertezza e io sono in gravidanza al 5 mese. Lavoro nelle scuole, ma non so più come gestire il mio panico. Vorrei continuare a lavorare, mai come ora è importante la mia presenza ma devo tutelarmi, non posso espormi tanto. Sono veramente in difficoltà non so cosa fare ormai ho perso il sonno e la notte non riesco nemmeno più a dormire.

 

Anonima


Cara Anonima,
la situazione emergenziale che stiamo vivendo attiva uno stato di angoscia profondo in quanto è difficile riuscire ad avere un controllo assoluto. Anche le informazioni frammentate e in continuo cambiamento non aiutano a creare un modello interno chiaro per affrontare l’emergenza.
Comprendiamo quanto sia difficile lavorare in un ambiente quale la scuola caratterizzato attualmente dalla imprevedibilità di possibili contagi, quarantene e  isolamenti preventivi.  
L’astensione dal lavoro per maternità anticipata derivante da emergenza Covid-19 non è obbligatoria, è una scelta (fatto salvo il parere del medico curante che può eventualmente prescrivere la maternità anticipata in base alle condizioni di salute dell’assistita). In merito a questo tu ne hai parlato con il tuo medico? Riteniamo che parlare con il tuo medico o ginecologo sia il primo passo per te per chiarirti le idee e capire quali e quanti rischi corri. Vi è quindi un dato di realtà a cui riferirsi. Qualora il medico ritenesse che puoi continuare a recarti a lavoro dovrai fare un “compromesso” tra il senso del dovere ed anche la passione che emerge dalle tue parole per il tuo lavoro ed un senso personale di sicurezza e di protezione.
Non possiamo dirti cosa fare e quale sia la scelta più giusta per te, ma possiamo invitarti a riflettere su quali siano per te adesso le priorità.
Se non ti senti sicura cerca di capire se ci sono cose che puoi fare per proteggerti maggiormente, se ci sono delle modalità con cui riesci a gestire il panico o meno. Se senti di non riuscire a gestire le tue paure, non sentirti in colpa, è importante ascoltare il tuo corpo, può darsi che continuare a lavorare sia troppo per te in questo momento.
Cerca di ricavarti uno spazio di riflessione in cui con serenità puoi capire cosa sia meglio per te.
Se lo ritieni, potresti anche valutare un consulto psicologico che possa sostenerti in questa fase a gestire l’ansia.
Un caro saluto! 

23 Ottobre 2020