Ho scoperto di avere un nodulo al seno, sono entrata in ansia…

Ho scoperto di avere un nodulo al seno, sono entrata in ansia perchè la situazione negli ospedali non è per niente facile, ho paura, paura di fare accertamenti, scoprire altro, paura di dover affrontare tutto da sola senza nessuno al mio fianco. Forse sono un pò fifona ma è una situazione che mi sembra troppo grande da affrontare.

Anna, 32 anni


Cara Anna,
il riscontro di un nodulo di nuova insorgenza al seno impone una visita senologica ma, fortunatamente, non sempre corrisponde ad un tumore maligno. I noduli alla mammella posso anche essere espressione di condizioni fisiologiche o patologie benigne. Sicuramente il tumore della mammella essendo oggi la principale patologia oncologica che colpisce le donne, desta una preoccupazione rilevante soprattutto in un periodo come questo in cui gli ospedali fanno una grande fatica a gestire gli utenti a causa del Covid. Quindi come dicevamo ansia giustificata e necessità di visita senologica sempre in caso di riscontro di un nodulo. Inoltre l’autopalpazione (cioè la visita spontanea da parte della donna del proprio seno) è una buona pratica di tipo conoscitivo, ossia non ha la pretesa di sostituirsi alla visita senologica a cui ciascuna donna dovrebbe ricorrere con cadenza annuale dall’età di venti anni. Un nodulo potrebbe essere legato ad una cisti, formazioni piene di liquido, oppure potrebbe esserci una mastopatia fibrocistica o una mastite. Queste potrebbero essere le possibili cause, ovviamente è opportuno che tu ti rivolga al tuo medico il quale saprà consigliarti e chiarire in funzione della diagnosi tutti i possibili step necessari. La paura è un vissuto molto persistente e anche molto funzionale perchè ci aiuta a proteggerti. Diventa disfunzionale nel momento in cui ci sovrasta e ci impedisce di fare tutto. Continua ad avere fiducia nel tuo medico che saprà guidarti anche in questo periodo storico così delicato.
Un caro saluto!

16 Novembre 2020