Cosa fare per smettere di fumare e bere redbull?…

Buonasera vorrei sapere come fare per smettere di fumare e bere redbull. Da circa due anni ho preso l’abitudine di bere due redbull al giorno: una al mattino e una il pomeriggio, e di fumare circa 10 sigarette (a volte anche di più) ogni giorno. Ultimamente ho fatto gli esami del sangue e ho i valori delle transaminasi molto alti per cui il medico mi ha chiesto della mia alimentazione e quando gli ho detto della mia abitudine di fumare e bere questo genere di bibite si è messo le mani nei capelli facendomi capire la gravità della cosa. Adesso io dovrei necessariamente smettere almeno con le redbull (mi ha detto), per tutelare la mia salute, ma proprio non ce la faccio. Mi ha addirittura dato un farmaco per defaticare il fegato, ma nonostante tutto questa cosa è più forte di me. Non riesco a controllarla. Che posso fare? Mi rendo conto del pericolo a cui vado incontro ma proprio non riesco a smettere. Vorrei chiedervi una mano.

Anonimo


Caro Anonimo,
da quello che ci racconti sembra che sia questo bisogno di assumere bevande energizzanti o sigarette sia per te una specie di dipendenza ed è proprio per questo che hai la sensazione che la cosa sia più forte di te. 
L’uso prolungato di energy drinks secondo molti studi scientifici epidemiologici potrebbe interferire negativamente con il benessere fisico e mentale. Un uso prolungato e continuativo potrebbe incidere sulle capacità di attenzione, iperattività, ansia, vertigini, tachicardia, insonnia e tremori. Il problema non è solo la caffeina, le lattine contengono anche taurina, ginseng e guaranà, tutti stimolanti che in grandi quantità potrebbero incidere sulla funzionalità cardiovascolare.  
Concedersi occasionalmente un “energy drink” non è da condannare in assoluto, ma il tuo bisogno sembra raccontarci altro. Spesso ricorriamo a delle strategie, non sempre funzionali, che ci aiutano a gestire l’ansia, le insicurezze, le delusioni. Riuscire ad avere una maggiore consapevolezza emotiva ti permetterà di trovare magari delle strategie meno dannose. Sicuramente il primo step sarà quello di una riduzione progressiva delle quantità assunte ma se non si conosce il bisogno che ti spinge in maniera compulsiva ad usare sostanze stimolanti è difficile interrompere questo ciclo. Ne hai mai parlato con un tuo amico? Hai hobby da approfondire? Magari anche avere uno sport, uno spazio altro da occupare ti può aiutare a far entrare anche nuovi stimoli ed energie.
Potresti inoltre consultare uno Psicologo e avere uno spazio protetto e privo di giudizio per raccontarti e trovare delle risorse o strumenti che ti aiutino a gestire questi momenti. Hai già chiesto, in qualche modo aiuto, e questo è un passo importante per poter attivare delle strategie alternative. Continua così.
Un caro saluto! 

2020-11-25T10:07:33+01:00