Academy Awards: “Gli Oscar si faranno in presenza”

Ad annunciarlo un portavoce della kermesse in esclusiva a 'Variety'
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

ROMA – “Non ci saranno Oscar virtuali, la cerimonia di premiazione si terrà in presenza“. Ad annunciarlo un portavoce dell’Academy of Motion Arts and Sciences in esclusiva a ‘Variety’. Per la 93esima edizione gli Academy hanno spostato la celebre ‘Notte delle stelle’ al 25 aprile 2021, a seguito della pandemia di Covid-19, che ha fatto prendere agli organizzatori la decisione di estendere l’ammissibilità dei film al 28 febbraio 2021 e, quindi, non più al 31 dicembre come termine ultimo.

Fonti interne agli Oscar affermano che, con il posticipo della consegna delle statuette, l’Academy sperava che i cinema avrebbero riaperto in primavera, consentendo così a più film di competere nella kermesse. Se i cinema riapriranno o no, la consegna delle statuette resterà in programma ad aprile per permettere agli organizzatori di assicurarsi che l’evento si possa svolgere in presenza. Restano però i dubbi sul numero di persone che potranno entrare al Dolby Theatre di Los Angeles, dove tradizionalmente si svolge la cerimonia, che ha una capacita’ di 3.400 posti. 

L’appuntamento con l’annuncio della nomination è per il 15 marzo 2021. 

Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on email
Share on print

Leggi anche:

Autore: Lucrezia Leombruni
Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it