A questo punto preferirei la DAD e basta, mi ero abituata a stare a casa…

Cari Esperti,
lunedi scorso siamo tornati a scuola con la modalità mista. E’ tutto molto complicato, non si capisce nulla. A questo punto preferirei la DAD e basta. Tanto ormai mi ero abituata a stare a casa. io non so se la scuola tornerà mai ad essere quella di prima, ormai sta cambiando tutto e io non ho più certezze. 

Anonima


Cara Anonima,
come te molti ragazzi ci scrivono per manifestarci le loro sensazioni di incertezza, il senso di disorientamento ed il malessere causato dalla pandemia che ha scosso tutte le certezze e obbligato a trovare nuovi adattamenti e soluzioni.
La scuola è stato uno dei luoghi che più ha risentito di questo clima di preoccupazione e insicurezze, mettendo a dura prova il sentire di alunni e insegnanti ed il loro desiderio di continuità in classe. 

La DAD ha permesso di sentirsi più protetti a casa, meno esposti ai rischi e ha insegnato ad adattarsi alla tecnologia ed a stare al passo con i tempi …e forse voi ragazzi di oggi, nonostante la fatica di queste trasformazioni, siete più pronti ad affrontare imprevisti e riadattamenti. 
La modalità mista di queste settimane, richiede un nuovo adattamento, è forse questo lo sforzo che vi viene richiesto adattarvi fino a quando sarà possibile tonare a scuola in sicurezza.

Capiamo che tutto questo richieda tanta energia ma l’adattamento insegna anche a scoprire risorse che non si pensava di avere e ad essere flessibili di fronte agli ostacoli della vita.
E’ importante la condivisione sia con gli adulti: prova a parlare con i tuoi riferimenti e confrontarti sulle tue preoccupazioni e sul senso di incertezza ma anche con i tuoi compagni che condividono il tuo stesso malessere; eventualmente puoi rivolgerti anche allo sportello di ascolto psicologico, se presente nella tua scuola, per ricevere sostegno in questo momento di confusione. 
Nonostante tutto non bisogna perdere il coraggio e la speranza per il futuro… ricordarsi che sarà possibile tornare a vedere il sereno. 

Un caro saluto! 

29 Gennaio 2021