Secondo voi è normale che io non provi fiducia in mia madre?…

Secondo voi è normale che io non privi fiducia in mia madre? Io non mi confido mai con lei. Se in passato magari era successo, ora da un po’ di anni non lo faccio più per via di episodi spiacevoli che mi ha fatto portare a non fidarmi più di lei e di non considerarla come una mamma amica. Lei ha fatto tanto per me e per la mia famiglia e lo fa tutt’ora, però se devo scegliere a chi confidare una cosa, un mio pensiero, una mia felicità o una mia ansia, di certo lo faccio con mio padre e mai con lei.. A me fa soffrire questa cosa perché vedo le mamme delle altre mie amiche o colleghe e vedo che sono affiatate con le figlie, le mandano dei messaggi dolci e teneri. Si confidano. Anzi, loro stesse dicono che le figlie sono le loro migliori amiche.. Ma perché a me non succede? Parto dal presupposto che mia madre non è dolce. A volte per le parole che usa mi ha fatto soffrire. Pensa che quando andava a fare dei servizi, le Dicevo che se aspettava 10 min che mi preparavo, andavo con lei e lei mi smontava dicendo che fin quando mi preparavo si faceva tardi e andava sola. Questa è una scemenza, come possono essere tanti altri episodi che hanno portato a non fidarmi di lei. Con i primi soldi dello stipendio un anno fa presi una macchina bellina piccola. Le dissi, prima di fermarla Con l anticipo, vieni a vederla..mi fece rimanere male perché mi disse testualmente che quella macchina non voleva vederla perché era brutta… Morale della storia, andai sola, con mio padre, a firmare tutto per prenderla.. Mio padre le disse che non era normale per quello che diceva.. Quando vedo le altre ragazze che hanno un rapporto amorevole con le loro mamme, sono molto triste, sento che mi manca qualcosa.. La mia non sarà mai così, anche se ci vogliamo bene e anche se lei fa tutto per noi. Ma non basta questo.

Pax, 31 anni


Cara Pax,
possiamo immaginare quanto sia complesso vivere questo continuo oscillare tra il desiderio di avvicinarti a tua madre e il timore di sentirti rifiutata. Non sempre è così facile costruire un rapporto idilliaco con i propri genitori ci sono tante sfaccettature da considerare. Dalle tue parole ci sembra di capire che la tua mamma faccia più fatica ad essere affettuosa, a condividere manifestazioni di affetto ma che in una modalità totalmente pragmatica e concreta ci sia al tuo fianco. Sai molto dipende anche dalla educazione pregressa oltre che da alcuni aspetti caratteriali, magari avrà avuto anche lei dei genitori più ferrei e rigidi che magari non si lasciavano andare a qualche parola o carezza di troppo. Forse mamma ha imparato a cavarsela da sola e fatica a condividere con altri le sue emozioni. Ovviamente le nostre sono solo ipotesi non conoscendo bene la situazione ma concordiamo che questo non voglia assolutamente dire che non ti voglia un gran bene. Hai mai provato a raccontarle davvero come ti senti? Senza accuse o senza sottolineare mancanze, parlano proprio del bisogno che senti di sentirla emotivamente più vicina?…Spesso ci arrabbiamo, restiamo delusi e ci allontaniamo sempre più, invece potresti magari condividere con le tue sensazione, il bisogno a volte di sentirti rassicurata, di poter condividere anche dei momenti insieme più spensierati.
Non sempre quello che vediamo negli altri rapporti sembra essere così perfetto, magari è frutto di un lungo lavoro, di incomprensioni o di strategie che permettono di valorizzare le risorse del rapporto. Magati potresti partire proprio dalla consapevolezza che non sei tu il problema ma è una modalità comunicativa di mamma, che non c’è una intenzionalità specifica nel ferirti o tu faccia qualcosa di sbagliato ma è come se non avesse gli strumenti per comunicare il bene in altro modo. Forse non ci saranno grandi cambiamenti ma potreste incontrarvi a metà strada riconoscendo i vostri limiti e le vostre risorse. A volte togliersi da quell’area di delusione, di non sentirsi mai all’altezza, di sentirsi sempre sotto attacco permette di scoprire nuovi punti d’incontro. In una coppia genitoriale spesso ci sono dei ruoli, e non sempre sono canonici, hai trovato in papà un post sicuro dove fermarti e sentirti accolta, mentre mamma probabilmente ha un ruolo che è più legato alle regole, alla risoluzione dei problemi. Questa inversione non deve farti sentire sbagliata o diversa ma prova a cogliere le sfumature positive e a costruire il tuo rapporto con loro senza canoni o regole fisse.
Facci sapere cosa ne pensi.
Un caro saluto! 

 
24 Maggio 2021