Per James Gunn “è terribilmente cinica” la critica di Scorsese ai film Marvel

Le dichiarazioni del regista di 'Quei bravi ragazzi' risalgono al 2019

Ho provato a vederli, ma non è cinema. La cosa più vicina a quei film, per quanto siano fatti bene e abbiano attori che fanno del loro meglio viste le circostanze, sono i parchi a tema. Non è il cinema degli esseri umani che cercano di trasmettere esperienze emotive e psicologiche a un altro essere umano“, aveva detto Martin Scorsese nel 2019 ai microfoni di Empire. Nonostante il suo grande amore per la sala cinematografica Scorsese ha ‘abbracciato’ Netflix per The Irishman. A questo proposito, durante la presentazione della pellicola alla Festa del Cinema di Roma 2019, ha dichiarato che “ovviamente è sempre meglio vedere i film al cinema. Ma perché ciò sia possibile è necessario che vengano realizzati, e senza Netflix non sarebbe stato possibile“. Infine un appello alle sale cinematografiche “affinché sostengano i film di narrazione come questo e non solo quelli d’evasione tratti dai fumetti. Vanno bene anche quelli, ma i giovani non devono identificarli con il cinema“. 

Sull’argomento è tornato James Gunn, attualmente nelle sale cinematografiche con The Suicide Squad. Penso che sia terribilmente cinico continuare ad andare contro la Marvel, in modo da avere l’attenzione della stampa per il suo film. Stava creando il suo film all’ombra dei film Marvel, li sfruttava per avere l’attenzione di cui aveva bisogno”, ha dichiarato Gunn. “Ci sono molti film senza cuore, anima e sono solo spettacolari. Ho parlato tante volte con alcuni registi – ha proseguito – proponendogli di affrontare questa cosa tutti insieme e provare a fare qualcosa di diverso con questi film. ‘Rendiamoli qualcosa di diverso rispetto ad ogni altro progetto mai realizzato prima’, gli dicevo’“. Il regista ha poi concluso con parole di stima nei confronti del regista di Quei bravi ragazzi: “Credo che sia uno dei più grandi registi mai esistiti. Amo i suoi film“. 

2021-08-06T10:14:57+02:00