Free Guy, Ryan Reynolds eroe puro in un mondo troppo cinico

Abbiamo incontrato il cast del film di Shawn Levy in occasione della conferenza mondiale in streaming

Da eroe politicamente scorretto e dissacrante a eroe atipico e puro in camicia celeste. Un uomo così abitudinario da sfoderare sempre le stesse espressioni davanti lo specchio o al suo pesce rosso oppure ai clienti della banca in cui lavora. Ryan Reynolds si è tolto la tuta di Deadpool per indossare gli abiti di un tenero ed esageratamente ottimista bancario in ‘Free Guy – Un Eroe per gioco’ targato Twentieth Century Studios, dall’11 agosto al cinema con The Walt Disney Company Italia.  Diretto da Shawn Levy (‘Una notte al museo’, ‘Stranger Things’) – che ha aspettato un anno prima di vedere il suo film sul grande schermo a causa della pandemia – la commedia d’azione segue Guy (Reynolds). Un giorno la sua tranquilla (solo apparentemente) quotidianità viene interrotta. E con questa anche il suo caffè mattutino condito da positività, sorrisi e dalle chiacchiere con il suo migliore amico Buddy (interpretato da Lil Rel Howery). 

Guy scopre di essere ‘un personaggio non giocante’ (uno di quelli che vediamo sullo sfondo dei videogame) del gioco ‘Free City’, gestito dall’imprenditore Antwan (interpretato da Taika Waititi) senza scrupoli e assetato di soldi. Il game è animato da anarchia, distruzione, caos ed esplosioni. Mentre il protagonista inizia a prendere coscienza della sua vita, tra verità e illusione, conosce la bellissima e determinata Molotovgirl (interpretata da Jodie Comer, ‘Killing Eve’), che in realtà è l’avatar di Millie, nel team di programmatori del videogame. La gamer impavida aiuta Guy – che giorno dopo giorno scopre di amare perdutamente Molotovgirl – a prendere consapevolezza del fatto che la vita che ha sempre vissuto non è reale. Grazie a lei il personaggio interpretato da Reynolds impara a muoversi all’interno del gioco. 

Tutti lo amano e in città non si parla d’altro che di lui. Antwan lo vede come una minaccia per il futuro di Free City, così decide di rimuoverlo dal gioco. Non riuscendoci, riunisce i suoi programmatori (tra questi Utkarsh Ambudka) per distruggere definitivamente il videogame. Il malvagio e narcisista magnate, però, deve vedersela non solo con l’astuzia di Guy ma anche con chi ha realmente realizzato il gioco, ovvero Millie e Walter “Keys” McKeys (interpretato dalla star di ‘Stranger Things’ Joe Keery).

È un personaggio che mi ha molto divertito, anche perché recito quasi sempre dei buoni. In pratica delle versioni di mia madre. Qui è come se fossi una versione di mia madre non cresciuta”, ha raccontato scherzando Taika Waititi durante la conferenza. “Io appartengo a un’epoca in cui bisognava andare in città e pagare 16 cents per divertirsi in sala giochi“, ha aggiunto il regista di Jojo Rabbit. Lontano dal mondo dei videogiochi anche il collega Joe Keery, che ha ammesso: “Non sono un appassionato, ma ho studiato molto per questo film e apprezzo quello che ho imparato. Molto bello ‘abbracciare’ cose nuove“.

Questo film è quello di cui abbiamo bisogno ora e per sempre. Ha una sceneggiatura così brillante capace di far ridere (a crepapelle) e far riflettere nello stesso momento. Tra realtà e illusione, tra fisicità e umorismo, Ryan Reynolds con il suo inconfondibile e attraente carisma e presenza scenica ci mostra come si diventa artefici del proprio destino, come si riscrivere con coraggio la propria esistenza e, soprattutto “il film è un omaggio alla speranza e alla necessità di mantenere un po’ di innocenza in un mondo molto cinico”, ha detto Shawn Levy. “‘Free Guy’ è come un antidoto a quello che abbiamo vissuto negli ultimi mesi”, ha aggiunto. 

FREE GUY, RYAN REYNOLDS: “HO AMATO ESSERE QUESTO PERSONAGGIO PERSONAGGIO”

Interpretare questo personaggio per me è stata una cosa leggermente nuova. Mi sono lasciato guidare, nel costruire l’innocenza di Guy, da ‘Oltre il giardino (il film del 1979 con Peter Sellers, ndr). È stato meraviglioso interpretare un eroe ingenuo e innocente come un adulto di 4 anni. Inoltre, è stato stimolante e divertente avere la possibilità di esplorare il mondo con occhi nuovi. Questa è l’esperienza che compie Guy, filtrata dall’ironia e con un po’ di cinismo. Ho amato essere un personaggio che si stacca dallo sfondo per diventare una nuova persona”, ha raccontato Ryan Reynolds.

FREE GUY, JODIE COMER: “IL MASCHILISMO NON È SOLO NEL MONDO DI MILLIE”

In questo film mi sono emozioni diverse in una miscela di azione e commedia, anzi c’è anche di più di tutto questo. Mi ha colpito l’immaginazione di questo progetto e la sua ambizione“, ha detto Jodie Comer.Per me è stato straordinario interpretare due personaggi così ricchi di sfumature. La programmatrice Millie – ha proseguito – vive in un mondo dominato dal maschilismo e questo c’è anche nel mio settore professionale“. L’attrice ha poi concluso: “Lei si oppone alle cose che non le piacciono attraverso la resilienza. Inoltre, qui ho potuto portare le mie idee. Shawn e Ryan mi hanno sempre chiesto un’opinione su come arricchire i personaggi”.

FREE GUY ARRIVA AL CINEMA DA UN’IDEA ORIGINALE, SHAWN LEVY: “È RARO FINANZIARE UN PROGETTO COME QUESTO”

Dopo un franchise di successo come Una notte al museo è stato Ryan Reynolds (qui anche nelle vesti di co-produttore) a far tornare Shawn Levy alla regia di un lungometraggio “partendo da un’idea originale“, ha spiegato il regista. “È molto raro che uno studio finanzi un progetto del genere. Ryan mi ha proposto la storia“. “Dopo aver letto la sceneggiatura – ha aggiunto Reynolds – ho chiamato Shawn e il giorno dopo eravamo nella mia casa a discutere su come avremmo potuto sviluppare questa storia e adattarla al mondo in cui viviamo. Oggi è difficile avere il via per un blockbuster che non sia basato su una fonte già esistente, come un fumetto o un sequel“.

FREE GUY, CI SARÀ UN SEQUEL?

“Ci ho pensato. Quando hai a che fare con un franchise non puoi mai dire veramente quello che succederà. Se il film si farà, il titolo sarà ‘Free Guy 2: Albuquerque Boiled Turkey’“, ha detto Shawn Levy ricollegandosi a una battuta della pellicola. 

FREE GUY – UN EROE PER GIOCO, IL TRAILER

‘Free Guy – Un eroe per gioco’ è prodotto da Ryan Reynolds, p.g.a., Shawn Levy, p.g.a., Sarah Schechter, Greg Berlanti e Adam Kolbrenner. Mary McLaglen, Josh McLaglen, George Dewey, Dan Levine e Michael Riley McGrath sono i produttori esecutivi.

2021-08-14T09:40:22+02:00