esperti

Il mio equilibrio interiore si è spezzato di nuovo e mi sento realmente persa…

Salve, il mio equilibrio interiore si è spezzato di nuovo e mi sento realmente persa. Se penso poi che la ragione come sempre è la scuola, mi sento ancora più stupida. La mia vita non ruota attorno a nient’altro che la scuola, mi sento imprigionata in un loop sempre uguale da cui non riesco ad uscire. Mi importa troppo di andare bene nelle materie che studio e di migliorare continuamente me stessa. Non riesco a ridimensionare il mio rapporto con la scuola e quando mi accorgo che concretamente le mie giornate si riducono alla stessa routine sempre uguale, mi sento davvero male. La mia scuola non mi permette di avere tempo libero a sufficienza per creare qualcosa di mio a cui dedicarmi, ma allo stesso tempo non posso evitare di andare bene, perché appena vacillo mi sento inutile e provo ad impegnarmi più di prima. Come posso fare per superare e migliorare questo rapporto burrascoso che mi sta logorando ormai da anni? Non capisco perché per me sia così importante.
Grazie in anticipo.

Martina, 17 anni


Cara Martina,
innanzitutto grazie per aver condiviso con noi questo aspetto della tua vita che ti fa stare così male. Ci descrivi molto bene il tuo sentirti “persa” e ti assicuriamo che a questa età sia del tutto normale. Si tratta di una fase di passaggio che prima o poi attraversano tutti gli adolescenti, un periodo di grandi cambiamenti sia fisici che psicologici che fanno perdere il controllo sulla propria vita, creando uno stato di confusione sulla propria identità e sul proprio futuro.
Non è assolutamente una cosa “stupida”, come tu la definisci, la preoccupazione per la scuola dato che essa rappresenta la principale attività attorno a cui ruota la tua vita. Come giustamente ci hai fatto notare non hai del tempo libero a disposizione per coltivare le tue passioni, dedicarti per esempio ad un’attività fisica che ti piace, uscire con gli amici etc… E’ molto importante creare degli momenti nei quali dedicarsi totalmente a se stessi a prescindere dallo studio. Non ci dici nulla sul rapporto che hai con i tuoi genitori, che tipo di aspettative hanno nei tuoi confronti? Che cosa rappresenta per te andare bene a scuola? Nel caso non prendessi il voto che desideri ti sentiresti una persona che vale di meno?
Immaginiamo che il tuo rendimento scolastico sia molto buono quindi ti consigliamo di essere un po’ meno severa con te stessa concedendoti dei momenti di relax che ti aiutino a ricaricarti per affrontare la fatica dello studio.
Ti abbiamo dato degli spunti di riflessione ma ti suggeriamo di recarti presso lo sportello d’ascolto della scuola, qualora sia presente, dove troverai dei professionisti disposti ad ascoltarti nel segreto professionale e ad accompagnati in questo periodo per te così difficile.
Torna a scriverci quando vuoi!
Un caro saluto!