mondoscuola

Grande Concerto delle scuole del I Municipio di Roma all’Auditorium della Conciliazione

ROMA – “Siamo felicissimi di essere riusciti anche quest’anno a proporre questa bella manifestazione, alla quale teniamo moltissimo e che rappresenta uno dei nostri motivi di orgoglio”. A dirlo e’ la presidente del Primo Municipio di Roma, Sabrina Alfonsi, commentando la IV edizione del Grande Concerto delle scuole del territorio, ospitato quest’anno per la prima volta all’Auditorium della Conciliazione.

Piu’ di 500 giovani musicisti delle orchestre e dei cori delle scuole medie a indirizzo musicale si sono alternati sul palco offrendo un estratto dei loro repertori musicali, per poi unirsi in un’unica grande orchestra per l’esibizione finale.

A concludere l’appuntamento, le performance dei gruppi musicali e delle formazioni corali delle scuole superiori. Vasto il repertorio in cui si sono cimentati i vari istituti, dalla musica classica a quella moderna: dalle ‘Danze ungheresi’ di Brahms, a ‘Fantasia’ di Gershwin, fino a ‘Caro Diario’ di Nicola Piovani o a ‘I Magnifici 7’ di Bernstein, passando per brani di Morricone, Fox, Djawadi, Hawkins e Rodrigo. Gran finale con il ‘Va’ pensiero’ di Giuseppe Verdi e ‘O fortuna’ dai Carmina Burana di Orff. Ma non e’ mancato il pop-rock con incursioni nella discografia di Beatles, Led Zeppelin, King Crimson e Lenny Kravitz.

“Si tratta di un grande sforzo organizzativo- ha aggiunto Alfonsi- anche in considerazione della scarsita’ di risorse a disposizione del Municipio per l’organizzazione di eventi culturali come questo, che sono comunque necessari se si vuole garantire a questi ragazzi l’emozione e la soddisfazione di esibirsi su un palco vero e davanti a una platea numerosa. Un grande evento, unico nel suo genere a Roma, che coinvolge centinaia di persone tra musicisti, genitori e insegnanti. La bonta’ del progetto e’ confermata dall’ampia partecipazione delle scuole: del resto la musica e’ un elemento che unisce, crea empatia, insegna ai ragazzi che suonano in un ensemble che i risultati migliori si ottengono soltanto quando le energie si uniscono e tutti vanno nella stessa direzione. E’ un grande insegnamento di vita, un percorso didattico e formativo che dovrebbe essere supportato in modo adeguato dalle istituzioni perche’ rappresenta uno potente stimolo per i nostri giovani a coltivare la partecipazione alla vita civile e sociale”.

Al concerto hanno partecipato i ragazzi delle terze medie degli istituti Parco della Vittoria, Regina Margherita, Visconti, Virgilio, via delle Carine, Claudio Abbado, Regina Elena, il coro della scuola Di Donato; il coro del Liceo Albertelli, le band dei licei Newton, Virgilio e Cavour.