mondoscuola

Primavera, è festa degli alberi nelle scuole italiane

Roma – Per far conoscere ai più piccoli l’importanza degli alberi nei cicli naturali ed educarli a una più profonda conoscenza delle colture locali, nel primo giorno di primavera arriva la “Festa degli alberi nelle scuole” istituita con Decreto Ministeriale delle Politiche Agricole e della Pubblica Istruzione.

L’iniziativa, promossa da Fondazione Campagna Amica della Coldiretti, coinvolgerà il primo giorno di primavera molte scuole su tutto il territorio italiano dove i più piccoli coinvolti nella piantumazione di arbusti diversi a seconda delle caratteristiche pedoclimatiche dei territori.

L’appuntamento nella Capitale è alle ore 9,30 di domani martedì 21 marzo nella più grande scuola d’Italia, il Convitto nazionale Vittorio Emanuele II in piazza Montegrappa 5 a Roma dove insieme a studenti e docenti ci saranno rappresentanti delle forze sociali, istituzioni e delle forze dell’ordine impegnate nella tutela forestale. ambientale e agroalimentare. Ma iniziative sono previste lungo tutta la Penisola per dare ai ragazzi l’occasione di imparare a conoscere colture che da secoli sono intimamente legate alle tradizioni del paesaggio e della cucina mediterranea, dal pero, fico e cachi in Lombardia all’albero di Mela Carla in Liguria, dalle piante aromatiche della Toscana al melo in Basilicata, dal Melo Cotogno in Emilia Romagna all’ulivo e mandorlo in Puglia fino ai profumatissimi mirto, timo e rosmarino in Sardegna.

Per l’occasione sarà presentato il Dossier Coldiretti “SOS alberi da frutto in Italia” e presentato e distribuito il decalogo “10 motivi per piantare un albero” insieme a materiale didattico su alberi e boschi nel nostro Paese e sulla storia delle festività antiche legate al culto delle piante. Fin dai tempi più remoti, infatti, non mancano riferimenti storici, mitologici e religiosi che legano intimamente il destino degli alberi a quello degli uomini.

Il programma completo delle iniziative è sul sito www.campagnamica.it