Ho avuto i cicli successivi, ma leggendo su internet del "falso ciclo"" mi sono molto allarmata nonostante i test negativi..."

Ho avuto i cicli successivi, ma leggendo su internet del “falso ciclo”” mi sono molto allarmata nonostante i test negativi…”

Gentili Dottori,
a Luglio ho dovuto prendere la pdgd,evento che mi ha provocato molte ansie.
Ho avuto i cicli successivi, ma leggendo su internet del "falso ciclo" mi sono molto allarmata nonostante i test negativi.
Ad oggi ho la sensazione che la pancia sia gonfia e "sento muovere", mi sono recata dal ginecologo e dall’ eco interna emerge questo:
utero anteverso disomogeneo sul fondo (long mm64 x ap mm37), endometrio trilineare mm 5, ovaio dx misto con follicolo mm 10, sx: multifollicolare.
Le chiedo, tale eco esclude tot una gravidanza (tenendo presente che non ho avuto altri rapporti dal 20 luglio)?
I movimenti che sento potrebbero essere dovuti al fatto che "mi sono impressionata" o possono essere, per es, movimenti intestinali?
Inoltre, vorrei chiederle, in data 27 luglio (n settimana dopo l’assunzione della pdgd) dall’ eco interna è emerso questo:
utero anteverso omogeneo (long mm60x ap mm33),endometrio sincrono omogeneo mm 5, cavità regolare, ovaio dx e sx multifollicolare mm33.
Come mai, a distanza di 3 mesi, l’ecografia è così diversa? (dimensioni utero, il fatto che da omogeneo adesso sia disomogeneo..)
Vi ringrazio in anticipo.,

Cara Anonima,
per quanto riguarda la possibilità che tu sia incinta, riteniamo che a fronte di più test negativi non ci sia dubbio alcuno.
Di solito la disomogeneità è un aspetto ecografico che contraddistingue l’utero fibromatoso (che si puo’ avere dopo le gravidanze o dopo i 30 anni).
La lieve disomogeneità dell’utero non ha un grosso significato in assenza di una sintomatologia particolarmente dolorosa mestruale.
Le dimensioni dell’utero dipendono essenzialmente da fattori ( genetico/costituzionali, ormonali, fisiologici, patologici, iatrogeni).
Un utero non gravido esente da qualunque patologia, misura da 4,9 a 7,3 cm in senso longitudinale, da 2,3 a 4,2 cm in senso trasversale e da 1,9 a 4,1 cm in senso anteroposteriore.
Quindi nulla di strano, ma ti consigliamo di rivolgere i tuoi dubbi direttamente al tuo ginecologo, che conosce bene il tuo quadro clinico e che saprà darti risposte più specifiche.
Un caro saluto!,Anonima,24-10-2013,Corpo e salute,ecografia

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it