Sono soggetta a crisi di nervoso. Il ciclo di tutto febbraio sembra essere completamente saltato...

Sono soggetta a crisi di nervoso. Il ciclo di tutto febbraio sembra essere completamente saltato…

Sono molto nervosa riguardo questa cosa e non so con chi parlarne, c’è di mezzo il mio futuro…

Buongiorno, ho bisogno del vostro aiuto. Il 26 dicembre ho avuto due rapporti protetti col mio fidanzato, premetto che non avevo un rapporto da più di 1 anno e mezzo con un uomo. Sono stata due giorni in ospedale per accenni di forte gastrite e ho iniziato una cura con pillole di protezione per lo stomaco e antinfiammatori. Nella prima settimana di gennaio ho avuto il mio ciclo con qualche giorno di ritardo, ma che è durato, stranamente, quasi 2 settimane (di solito il mio ciclo mestruale varia tra i 5/6 giorni). Il mio ragazzo mi ha lasciata dopo poco, ho avuto una cura con pillole per la gastrite, stress da maturità a scuola, preparazione ai test dell’università, litigi con lui e la nuova ragazza, sono soggetta a crisi di nervoso. Il ciclo di tutto febbraio sembra essere completamente saltato. 1 mese di ritardo, devo preoccuparmi seriamente? Non ho voluto fare il test perché ero tranquilla che a gennaio il ciclo fosse arrivato, ma mai mi è capitato un ritardo così prolungato. Come mi devo preoccupare? Sono molto nervosa riguardo questa cosa e non so con chi parlarne, c’è di mezzo il mio futuro. Aiutatemi, grazie!

Rita, 18 anni


Cara Rita,
ci dispiace che tu abbia dovuto affrontare un periodo così difficile. Sicuramente il tuo corpo ne ha risentito e ha dato diversi segnali per fartelo capire.
Molto probabilmente anche il ritardo del ciclo è una conseguenza del tanto nervosismo accumulato. Visto che i rapporti di cui parli sono stati protetti e che comunque il ciclo di gennaio c’è stato non ci sembra ci possano essere rischi di gravidanza. Se comunque questa cosa continua a generarti ansia, puoi fare un test per eliminare ogni dubbio e iniziare a tranquillizzarti. Se il ritardo dovesse prolungarsi ulteriormente ti consigliamo di fare una visita ginecologica di controllo per accertarne le cause. Se non sai a chi rivolgerti, tieni presente che in ogni città ci sono i Consultori ai quali puoi fare riferimento e ricevere una consulenza gratuita e nel rispetto della privacy.
Cerca comunque di individuare una persona di cui ti fidi e prova a parlare delle tue preoccupazioni e dei tuoi stati d’animo, perché la condivisione può aiutarti a vivere meglio questa fase della tua vita.
Noi restiamo a tua disposizione per supportarti e darti i chiarimenti che ti occorrono.
Un caro saluto!