Recensione del libro “La Psichiatra”

Laura Mascolini
IC Ferrini Sinopoli – Roma

“La Psichiatra”, best seller scritto dall’autore tedesco Wulf Dorn, è un libro del genere thriller-psicologico nel quale Ellen Roth, una psichiatra, incontra, nell’ospedale in cui lavora, una paziente che la incuriosisce: la donna parla con una voce da bambina e non si esprime apertamente con lei, non le rivela nemmeno il suo nome. Tutto quello che Ellen sa sulla donna è che era stata picchiata e violentata dall’Uomo Nero, come afferma la paziente che  inoltre comunica ad Ellen che  la sta cercando ed in seguito le annuncia che prenderà anche lei. Ellen, spaventata, decide di parlarne con il suo collega Mark,  il quale le promette che parlerà lui stesso con la paziente. Il giorno seguente però, la donna è scomparsa. Nessuno l’ha vista uscire dall’ospedale, non è mai stata registrata e nessuno sa chi sia. Da quel momento, Ellen cercherà in tutti i modi di ritrovare la paziente senza nome, scoprendo infine una terribile verità.Ho trovato il romanzo di Wulf Dorn pieno di suspense e mistero. L’autore riesce a colpire  in pieno i sentimenti umani, facendoci apparire ciò che è reale e ciò che non lo è. Il finale mi ha lasciata senza parole: ancora una volta Wulf Dorn è riuscito a confondere completamente le mie idee, facendomi costruire un’altra idea per tutto il corso del romanzo e distruggendola nel finale. Consiglio questo libro a chi ama restare con il fiato sospeso fino all’ultima pagina. Lo sconsiglio invece a chi non ama i misteri e preferisce un genere diverso, anche se trovo questo romanzo adatto a tutti i tipi di lettori poiché l’autore utilizza uno stile grazie al quale è impossibile annoiarsi durante la lettura del romanzo.

LAURA MASCOLINI

CLASSE TERZA A

ISTITUTO COMPRENSIVO FERRINI SINOPOLI ROMA