Il fumo di sigarette può condizionare la produzione di sperma?...

Il fumo di sigarette può condizionare la produzione di sperma?…

Ciao dottori,
l’altro giorno ho letto su internet che il fumo di sigarette può condizionare la produzione di sperma. A me chiaramente ora non interessa avere figli…ma è vera questa cosa? Può succedere che se continuo a fumare poi, non posso avere figli?

Carlo, 18 anni


Caro Carlo,
effettivamente la nicotina e i prodotti della combustione provocano la liberazione nel sangue di molecole che peggiorano la qualità di ovuli e spermatozoi.
Proprio recentemente è stato pubblicato un nuovo studio clinico che conferma, in modo più dettagliato, i danni da fumo di sigaretta, soprattutto riferiti alla motilità degli spermatozoi, difatti le tossine delle sigarette possono diminuire la concentrazione e la mobilità degli stessi nel liquido seminale e danneggiare la struttura della cellula.
I fumatori hanno il doppio del rischio di un coagulo di sangue e una vita sessuale peggiore. Fumare indebolisce il flusso di sangue al pene, che per i fumatori significa avere il doppio delle probabilità di problemi di erezione. La densità dello sperma dei fumatori è anche significativamente inferiore rispetto ai non fumatori.
Inoltre devi sapere che le conseguenze negative sono polivalenti: ci sono i noti rischi per l’apparato respiratorio, con un aumento significativo di rischio di danni ai polmoni. Ma ci sono anche tanti altri effetti negativi: dai punti neri e difetti della pelle, perché il fumo indebolisce la circolazione aumentando il rischio di infezione, all’acne che diventa più difficile da affrontare.
Per approfondimenti sul tema o altri dubbi puoi scrivere a questo link: http://www.salute.gov.it/portale/futurofertile/contenutoFuturoFertile.jsp?id=111 , dove riceverai validi pareri scientifici.
Speriamo che queste informazioni ti aiutino a fare scelte più consapevoli e responsabili.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it