Il mercante ed il cavaliere

Marco Trusiani
I.C. Sinopoli Ferrini – Roma

C’era una volta un uomo che aveva due figli: il maggiore, presuntuoso ed egoista, era apprezzato da tutti; il minore, buono, umile e generoso, era disprezzato. Un giorno il maggiore fu eletto cavaliere dal re e diventò un nobile. Nello stesso tempo, il minore trovò lavoro come venditore ad una bancarella. Il giorno successivo,  un uomo si avvicinò alla bancarella e rubò l’incasso della giornata; quando il ragazzo se ne accorse, si mise ad inseguirlo, finché non si inoltrarono nel bosco fitto. Il delinquente, arrivato sull’orlo di un precipizio, inciampò in una radice e si salvò per miracolo, aggrappandosi al bordo dell’ altura. Quando arrivò il ragazzo, subito il furfante disse: “Prendi pure ciò che ti è stato tolto e riportalo dov’era, un uomo come me non deve essere salvato, perciò fammi cadere nel vuoto e restituiscimi il torto che ti è stato fatto”. Allora il ragazzo rispose: “Sì, riprenderò ciò che mi è stato tolto, ma non ti lascerò cadere, dato che tutti possono sbagliare e tu te ne sei pentito”.

Detto questo, trasse in salvo il ladro. Egli disse: “Tu, ragazzo, hai compiuto un gesto importante e per questo vieni ricompensato: torna al mercato, restituisci l’incasso e ti verrà offerto un lavoro con un guadagno maggiore di ben dieci volte rispetto a quello attuale. E cosi fu.

Il giorno successivo, il fratello maggiore si aggirava spavaldo nel mercato, quando vide un uomo che rubava l’incasso da una bancarella. Si ripeté esattamente la stessa scena  accaduta al minore, con la differenza che il maggiore non volle aiutare l’ uomo. Allora  egli disse: ”La stessa situazione è capitata anche a tuo fratello, ma lui mi ha perdonato,  aiutato ed è stato premiato. Il tuo destino non ti riserverà belle sorprese”. Detto questo, l’uomo risalì a terra senza sforzo; il cavaliere infuriato, nel tentativo di aggredirlo, inciampò e cadde dal dirupo.

Infine l’uomo disse: “Dimostrare la fedeltà a Dio non significa solo pregare, ma anche perdonare”. 

MARCO TRUSIANI PRIMA A  

IC SINOPOLI FERRINI ROMA