fotogallery

NEMICO PUBBLICO, torna in tv la stand up comedy di Giorgio Montanini

Giorgio Montanini 5ROMA – Giorgio Montanini torna in tv. Dopo le prime due stagioni, dal 12 giugno, Rai3 conferma Nemico Pubblico: il programma comico-satirico più innovativo della tv che ha fatto conoscere agli italiani la stand up comedy. Otto puntate, in onda la domenica, alle 23.50, in cui verranno trattati temi che quotidianamente sono al centro del dibattito mediatico come il razzismo, il maschilismo, la religione, la famiglia, i diritti civili, l’immigrazione, ma da un punto di vista originale, controverso e dissacrante.

Protagonista Giorgio Montanini, volto ormai noto della comicità provocatoria che, dopo le prime due stagioni televisive e un tour che lo ha visto registrare sold out nei più grandi teatri italiani, ritorna a distanza di un anno in Rai con il programma che lo ha fatto conoscere al grande pubblico. Faranno parte del cast, inoltre, Francesco De Carlo, Paolo Lizza e Daniele Fabbri, anche autori della trasmissione insieme a Giovanni Filippetto. Una conferma, questa di Rai3, che vuole riproporre al pubblico la Stand up comedy, un genere che nel mondo da decenni riempie teatri, comedy club e palinsesti televisivi e che in Italia, grazie a Nemico Pubblico, sta prendendo piede riscuotendo consensi e apprezzamenti.

Per la terza stagione, la Rai ripropone il format vincente degli anni precedenti: monologhi di satira, totalmente inediti, alternati a contributi filmati ricchi di novità.

La parte “live” del programma è affidata proprio ai monologhi, ripresi all’interno di una location che richiama il tipico stile della stand up comedy americana: un palco, un’asta, un microfono, nessuna scenografia e un pubblico “vero”, proprio per raccontare fedelmente la dimensione intima e calda del live.

Gli argomenti sono quelli che la satira tratta da oltre duemila anni, senza dimenticare che se la società subisce dei mutamenti, la satira è obbligata a tenerne conto. Un altro punto fermo della trasmissione sono le candid camera che, rispetto alle precedenti edizioni, subiranno una modifica: da due per ogni puntata si passerà ad una sola candid.

Nelle prime due stagioni il programma ha vissuto un’importante evoluzione in termini di minutaggio e contenuti. In questa terza stagione il passo in avanti è decisamente più evidente. A testimoniarlo le importantissime novità inserite.

Il primo musical scorretto della televisione italiana: gli aspetti più atroci della nostra società verranno raccontati attraverso il linguaggio musicale. Ogni musical si è avvalso della collaborazione autorale ed attoriale de “i Bugiardini”, compagnia di improvvisazione teatrale che vanta esperienze in campo internazionale.

Una mini serie tv. Una vera e propria sit-com, che descriverà il momento più sacro e importante dell’essere umano, ma da un punto di vista anti retorico e diametralmente opposto al “politicamente corretto”.

Gli ospiti in trasmissione. Ogni trasmissione che si rispetti ha i suoi ospiti in studio e anche a Nemico Pubblico non mancano i VIP. La loro presenza ha un ruolo preciso: sponsorizzare colleghi meno conosciuti per promuoverne il lavoro e lanciarli nel mondo dello spettacolo.

La sigla. Si sa, la sigla di un programma tv, solitamente, è sempre la stessa per ogni puntata, mentre l’inizio di uno spettacolo live è sempre diverso.

Non in questo caso. La sigla della trasmissione avrà quel sapore di imprevedibilità tipica di uno spettacolo live. Sarà affidata a Francesco Capodaglio, comico marchigiano, al suo debutto televisivo.