Mi nascondo

Mi nascondo

 

Ma trovandomi irrequieto
un giorno all’improvviso,
ansioso e confuso,
arrabbiato e perso,
perso e felice,
abbandonato ai miei pensieri
mentre le tenebre arrivano
ed io ero indifeso.
Mi riconoscevo inerme.
Ma la notte arriva veloce
e sono costretto a pensarti
quando sono solo
e non c’è più nessuno.
Ma tanto non lo saprai mai…
Chiara Monetti
Classe 2C – Liceo Scientifico “Galileo” di Firenze

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it