La mia città

La mia città

 

E più che ti vedo,
e più che m’innamoro.
E più che ti vivo,
e più che m’appassioni.
Nessuna al pari tuo
mi conquista,
mi ruba il cuore,
me lo fa battere.
Piccola, sì, ma enorme,
smisurata nella tua modestia,
umile nella tua maestosità,
muovi a invidia tutte,
persino le più grandi,
e tutte hanno di che invidiarti.
E tutti ti guardano,
e nessuno ti manca di rispetto.
E tutti parlano di te,
e nessuno a te si sente superiore,
perché come nessun’altra
riesci ad unire bellezza e piccolezza,
ed esser tanto attraente in tanto poco spazio.
La tua magia è unica, e son fiero
d’amarti e di viverti
giorno per giorno.
E più che ti vedo,
e più che m’innamoro, Firenze!

 

Giulio Bacci
Classe 2D – Liceo Classico “Galileo” di Firenze

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it