Rosso come l’amore

Rosso come l’amore

 

Così un fiore rosso
uscì dalle acque
con un sorriso accennato sulle labbra
rosse come l’alba
e con dispiacere
guardò i corpi senza vita.
Poi incrociò il suo volto
pallido senza vita
e con tanto ardore
nel cuor suo e con voce
solenne e il volto immerso
nelle lacrime disse
con un sorriso: “Quanto l’avrei
amato quel bel cavaliere…”
E con un bacio distolse lo sguardo.

Caterina Cavarai
Classe 1A – Scuola Secondaria di primo grado “Pieraccini” di Firenze

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it