tech

Zuckerberg presenta Oculus Rift senza fili. La realtà virtuale si evolve

oculus rift senza filiROMA – Ci ha pensato Mark Zuckerberg a presentare –  alla conferenza annuale ‘Connet 3’ in California  – il nuovo Oculus Rift senza fili. Insieme alla compagnia, regina nel campo della realtà virtuale, mister Facebook ha, così, annunciato tutte le novità che si svilupperanno nei prossimi mesi.

Oculus Rift senza fili, arriva il visore leggero ed economico

Si tratta ancora di un prototipo ma  – promette Zuckerberg – stupirà tutti. Il nuovo visore sarà ultra leggero ed economico, oltre che wireless.

La realtà si evolve ancora una volta. “Una volta che sei dentro, puoi fare qualsiasi cosa: un viaggio su Marte, lottare con le spade, guardare un film o essere teletrasportato dalla tua famiglia. Ecco un ambiente dove si può sperimentare qualsiasi cosa”. Usa toni entusiasti Zuckerberg per raccontare il nuovo Oculus Rift alla convention californiana. Toni entusiasti e anche un po’ ironici quando introduce il suo avatar: “Sembro un giovane Justin Timberlake”.  E come la versione virtuale di Zuckerberg, ogni utente avrà la possibilità di creare il proprio “a sua immagine e somiglianza”.  L’idea è quella di ricreare un ambiente virtuale dove gli amici si possono incontrare e fare cose insieme. Guardare un film, esplorare posti e conversare come se si fosse nello stesso posto. Insomma, una rivoluzione interessante che, secondo Zuckerberg, sarà il futuro nel campo della realtà virtuale.

La demo, per ora, è sembrata convincere i presenti. La possibilità di avere risultati di alta qualità senza il “peso” di ingombranti fili attaccati, per forza, a un pc non è cosa da poco.

 

Oculus Rift senza fili ma non solo. Zuckerberg pronto a portare il wifi gratis anche nei paesi ricchi

Mark Zuckerberg è, però, un uomo molto impegnato. Al momento non c’è solo Oculus Rift senza fili nei suoi pensieri. Il papà di Facebook ha, infatti, in mente un’altra idea. Una ancora più imponente: portare il wifi gratis anche nei paesi ricchi. Stati Uniti in primis.

oculus rift senza fili

Facebook, così, punta a diventare un vero e proprio Internet provider. Secondo il Washington Post, sarebbe in trattativa con il governo e gli operatori telefonici statunitensi per offrire accesso gratuito a Internet attraverso il suo servizio ‘Free Basics’, una costola di Internet.org. Progetto che mira a portare il web in tutto il mondo, soprattutto in paesi poco coperti. ‘Free Basics’, offre un accesso gratuito ma parziale, ad alcuni servizi web (news, informazioni sanitarie e di lavoro) dando una certa priorità ai contenuti offerti dal social network. Da qui la decisione dell’India di bloccarlo perché ostacolo al principio di neutralità della rete. Il programma, in realtà, sarebbe rivolto alle persone meno abbienti del paese e alle aree rurali degli Usa ed è stato già testato nei paesi in via di sviluppo.