spettacolo

Mel B accusa l’ex marito: violenze fisiche e psicologiche durante il loro matrimonio

mel bROMA – Mel B contro l’ex marito Stephen Belafonte. L’ex Spice ha finalmente ottenuto un ordine restrittivo nei confronti dell’uomo, colpevole di averla ripetutamente picchiata e sottoposta a violenze psicologiche.

Anni di abusi che – adesso – costringeranno Belafonte a star lontano dalla ex e dalle sue figlie:  Phoenix Chi Gulzar (18 anni e nata dal primo matrimonio della cantante), Angel Iris Murphy Brown (10 anni, avuta dalla relazione con Eddie Murphy) e Madison, nata dalla relazione con Belafonte e di cui Melanie ha ottenuto la custodia esclusiva.

Secondo quanto riportato dai tabloid stranieri, la vita insieme al produttore cinematografico non sarebbe stata facile dall’inizio. Mel e Stephen si sono sposati a Las Vegas il 6 luglio 2007. Da allora gli abusi.

Oltre alle violenze fisiche, Belafonte avrebbe più volte obbligato la moglie a partecipare a rapporti a tre con perfette sconosciute. Rapporti filmati per produrre piccoli tape da usare a sua insaputa o con cui ricattarla. “Mi chiedeva di avere dei rapporti con lui e con le sconosciute che portava nelle nostre camere d’albergo”, si legge nel fascicolo riportato da alcuni media. E ancora: “Se mi fossi opposta avrebbe messo in rete dei filmati hot che aveva girato senza il mio consenso”.

Mel B accusa l’ex marito. Nel 2014 un tentato suicidio per sfuggire alle violenze

Come se non bastasse, Belafonte – secondo quanto raccontato dalla stessa Melanie – ha messo incinta la babysitter della loro bambina per poi chiederle di abortire. Tutti comportamenti e abitudini malsane che hanno portato Scary Spice al tentato suicidio nel 2014. Quell’anno, Mel B provò, infatti, a farla finita ingerendo un flacone intero di aspirine. Per tanto tempo, Melanie ha anche temuto per la sua vita perché Belafonte a detta della Brown detiene una pistola illegalmente. Pistola, però, non trovata dalle autorità durante le perquisizioni in casa sua. “Minacciava di distruggere la mia esistenza in ogni modo possibile, di distruggermi la carriera e di portarmi via i figli”, ha aggiunto la cantante.

In un’occasione, il produttore avrebbe anche cercato di strangolare la moglie, scaraventandola a terra. Nell’agosto del 2012, il giorno prima di esibirsi con le Spice Girls alla cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra, l’avrebbe colpita in pieno viso e costretta a scrivere un tweet in cui incolpava i tacchi alti per l’accaduto. Sempre el 2012, si legge ancora nei documenti, in preda ad un attacco di gelosia, le avrebbe dato un pugno sul labbro, fino a farla sanguinare. “Ero in Australia a girare il video di X-Factor e dovettero riprendermi da un’inquadratura diversa per non far vedere il mio labbro gonfio”. Gonfiore che lei motivò come un’allergia ai crostacei. Difficile, però, scappare da tutto ciò. Troppi i ricatti e la paura. Un mese fa il coraggio di chiedere il divorzio, oggi l’ordine restrittivo verso un uomo che già prima del matrimonio con Mel aveva avuto dei precedenti violenti.