spazio e scienza

A.A.A. cercasi guardiani per la difesa planetaria: paga la Nasa

ROMA – Nessun agente alla ‘Man in black’ ma un vero e proprio ufficiale di protezione planetaria che si occupi di difendere il pianeta da contaminazioni extraterrestri. E’ questa la figura che sta cercando l’Office of Safety and Mission Assurance for Planetary Protection della Nasa.

I requisiti

La persona avrà il compito rilevante di evitare che i campioni di materiale prelevati dagli astronauti vengano contaminati da componenti organiche e biologiche terrestri, oppure, viceversa, che materiale extraterrestre contamini il nostro pianeta.

L’annuncio

Secondo l’annuncio, la posizione è aperta solo ai cittadini statunitensi. Il lavoro prevede un contratto di tre anni, con un prolungamento di due anni. Inoltre, il candidato selezionato avrà il compito di: pianificare e coordinare le attività legate alle esigenze di protezione planetaria della missione Nasa, svolgere valutazioni indipendenti e fornire consulenza in merito alla conformità delle missioni robotizzate e spaziali con le strategie di protezione planetaria della Nasa, collaborare con gli uffici competenti e i comitati consultivi per condurre indagini su questioni relative alla protezione planetaria, redigere nuove norme o rivedere le direttive della Nasa perché siano conformi ai processi e alle linee guida stabilite.