fotogallery

Dirty Dancing, arriva in tv il remake del cult anni ’80

ROMA – Arriva anche in Italia il remake di Dirty Dancing, pellicola della ABC del 2017 (stroncata duramente dalla critica) nata per celebrare i 30 anni dell’intramontabile cult del 1987 che lanciò la carriera del compianto Patrick Swayze.
Il film sarà trasmesso questa sera alle 21.20 su Rai 2 in prima tv assoluta.

Il remake di Dirty Dancing

dirty dancingAbigail Breslin (Scream Queens, Little Miss Sunshine) e Colt Prattes (il ballerino del video di Pink “Try”) sono i nuovi Frances (Baby) e Johnny, ereditando i ruoli di Jennifer Grey e Patrick Swayze.
I protagonisti sono affiancati da un cast di volti noti del mondo dello spettacolo.
Debra Messing (Will & Grace) è la madre di Baby, Marjorie. Sarah Hyland (Modern Family) è sua sorella Lisa.
Nicole Scherzinger (la cantante delle The Pussycat Dolls) interpreta Penny, la partner di ballo di Johnny.

Il remake di Dirty Dancing è nato come film per la tv, più lungo rispetto all’originale versione cinematografica, per dare maggior spazio ai personaggi secondari.
Scopriremo, anche, cosa accade a Baby e Johnny dopo il finale del film originale.

Dirty Dancing

Nessuno può mettere Baby in un angolo.

1963. La famiglia Houseman decide di passare l’estate nelle Catskill Mountains, presso un villaggio turistico.
Qui la piccola della famiglia, la sedicenne Baby, conosce Johnny Castle, che fa il maestro di ballo con la bella Penny, per gli ospiti dell’Hotel.
Baby rimane affascinata dal ragazzo e da quel mondo proibito fatto di ballo e passione. Così comincia a frequentare Johnny.

Penny, rimasta incinta e non potendo permettersi di crescere un figlio, abortisce rischiando però la vita: è il padre di Baby a salvarla. L’intesa fra Baby e Johnny cresce, tanto che la ragazza accetta di sostituire Penny nel duo di mambo, e l’esibizione è un successo.

Johnny però viene ingiustamente accusato di furto dai gestori dell’albergo e Baby, sicura dell’innocenza dell’uomo che ama, non resterà a guardare…

“Dirty Dancing” ebbe un sequel nel 2004, totalmente slegato dal film originale, salvo un cameo di Patrick Swayze.

 

CURIOSITA’:

– La colonna sonora del film, (I’ve Had) The Time of My Life, vinse l’Oscar ed il Golden Globe, e i due interpreti, Bill Medley e Jennifer Warnes, si aggiudicarono un Grammy Award come miglior duetto.

– Il film è stato citato in modo più o meno parodistico in numerose occasioni, tra cui l’episodio “Prima volta a New York” della sitcom How I Met Your Mother, quando Barney, costretto a raccontare una sua storia d’amore di gioventù, decide di mentire e ispirarsi proprio alla relazione tra Johnny e Baby (venendo ovviamente subito smascherato).