Firenze Capitale d’Europa, un inno alla passione per la scrittura

firenze capitale d'europaROMA – Si è svolta la XX edizione di uno dei più interessanti premi di letteratura a 360 gradi in Italia, per il seguito di scrittori che vi partecipano da ogni angolo del Paese in crescita di anno in anno e provvede a renderlo uno dei premi letterari più vitali, sia per la trasversalità generazionale, sia per le sessioni che include. 

Italia paese di poeti e scrittori, oltre che navigatori e tanto altro, il nostro. Firenze Capitale d’Europa ancora dopo vent’anni ricorda quanto sia condiviso il desiderio di scrivere.

Firenze Capitale d’Europa, dalle parole alla sinfonia 

Manifestazione letteraria a cura dell’ACSI, apre le porte a tutti coloro che amano scrivere. Accolti in uno dei luoghi più belli al mondo: il magnifico Salone dei Cinquecento e Firenze, come Capitale d’Europa dell’idealità.

In questa magica grande sala vincitori e i vinti si sono incontrati e scambiato esperienze celebrando il Premio nella rara opportunità che offre a tutti gli appassionati della poesia e della narrativa di ogni età, di confrontarsi tra le differenti sensibilità poetiche e letterarie, attraverso i luoghi di provenienza, diverse origini socioeconomiche e le differenti emotività generazionali.

Firenze Capitale d’Europa, la testimonianza della 17enne Anita Bertuccelli: 

Oltre 400 le opere di poesia e romanzo contemporaneo il carico di lavoro per la giuria formata da insegnanti, scrittori e giornalisti. Patrimonio che di anno in anno dimostra come il Premio è un riferimento letterario nella produzione di racconti, novelle, poesie e romanzi, che esprimono la corrente sensibilità narrativa nel percepire la realtà più profonda e ignorata dalla grande editoria, spesso più autentica e attendibile.

Le sessioni dedicate sono una alla Poesia a Tema Libero, una alla Poesia a Tema Libero Giovani e alla Narrativa Inedita. Una alla Poesia Inedita a Tema ‘Firenze con gli Occhi di un Poeta‘, una riservata alla Poesia Inedita a Tema ‘Lo Sport’ e anche una sessione dedicata alla Poesia Edita, alla Narrativa Edita e alla Narrativa Edita per Ragazzi (fiabe, racconti, romanzi ecc…).

Il Premio nella sezione riservata ai ragazzi, solo per minori, vuole attirare attenzione e stimolare continuità con la gratificazione di un riconoscimento e nella partecipazione.

Il Premio cerca in una strategia scolastica il settore della popolazione che tanto ha da dire nel bel mezzo della sua esplosione emotiva, raramente valorizzata quanto basta dagli esperti del settore. Una pubblicazione antologica raccoglierà le opere più meritevoli tra le diverse sezioni.

Firenze Capitale d’Europa per i suoi vent’anni ha offerto a tutti i partecipanti un momento d’eccezione con Anastasia Giusti per allietare il pubblico con la musica del mondo celtico di ispirazione medievale, con interludi musicali di canti, accompagnati da arpa celtica, flauto traverso e flauto irlandese.

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it