Un anno di Pasto Sospeso con Erri De Luca e Chef Rubio

Un momento per fare un bilancio sul primo anno di attività e per vedere nuovamente lo scrittore e il cuoco assieme ai fornelli

ROMA – Il Pasto Sospeso compie un anno.
Per l’occasione Erri De Luca e Chef Rubio tornano alla Casetta Rossa: un momento per fare un bilancio sul primo anno di attività e per vedere nuovamente lo scrittore e il cuoco assieme ai fornelli.

Il Pasto Sospeso

Nato lo scorso febbraio dalla collaborazione tra la Casetta Rossa, la Fondazione Erri De Luca e Chef Rubio, il Pasto Sospeso consiste nella possibilità di offrire uno o più pasti, ognuno del il valore di 5 euro, a chi vive in difficoltà economiche.

Il progetto riprende la tradizione del ‘Caffè Sospeso’ dei bar di Napoli che consentiva di offrire un caffè a chi non poteva permettersi di pagarlo e, in tempi di crisi economica, si trasforma nel dono di un vero e proprio pasto con l’obiettivo di contribuire a migliorare le condizioni di vita delle migliaia di persone che attraversano Roma o che in città vivono in situazioni di disagio.

Nel solo 2017 sono stati distribuiti oltre 3000 pasti ai migranti accolti da Baobab Experience e a tutte le persone del territorio che affrontano difficoltà e che hanno trovato nella Casetta Rossa un nodo solidale a loro vicino.

Un progetto che da Roma si è poi internazionalizzato, proprio grazie all’impegno dello scrittore e dello Chef che lo hanno portato il primo negli Usa e in Francia attraverso i suoi racconti e il secondo in Medio Oriente in occasione dell’inaugurazione di un locale di ristorazione italiana a Dubai che lo ha adottato come prassi di solidarietà made in Italy, inserendolo nel registro di cassa alla voce ‘Pasto Sospeso’.

L’iniziativa prosegue con successo.

Appuntamento alla Casetta Rossa

Sabato 3 febbraio, quindi, un appuntamento per celebrare il primo anniversario del progetto e per parlare, ancora una volta, di accoglienza e inclusione anche attraverso le storie di riscatto sociale dei ragazzi del corso di gastronomia del Cies Onlus tenuto da Lorenzo Leonetti del Grandma Bistrot.

Un evento per scoprire come la lotta al disagio e alla povertà passi per la condivisione, l’inclusione e ‘la buona tavola’. Una giornata in compagnia di chi, ogni giorno, lavora per abbattere le barriere dell’esclusione e fa della propria notorietà uno strumento per diffondere i valori dell’integrazione, del rispetto e dei diritti.

Appuntamento sabato 3 febbraio alle 12.30 alla Casetta Rossa, via Magnaghi 14, Roma