Ho sbagliato lato del preservativo e non si srotolava…

Quella sera è successo 3 volte..la seconda volta, nel mettere il preservativo ho sbagliato lato e dopo averlo cambiato la parte che prima era interna è diventata esterna. Non vorrei che il preservativo forse era bagnato di liquido pre-eiaculatorio e di residui del primo rapporto anche se mi sono “pulito”.

Cari dottori, ho bisogno urgente di un vostro parere. Giorno 7 Maggio, ho avuto un rapporto sessuale con la mia ragazza dopo 19 giorni dall’inizio del ciclo( 19 aprile)…lei ha dei problemi alla tiroide ( ipotiroidismo ) e il ciclo era un po’ irregolare ovvero a volte veniva ogni 20 altre ogni 25/28 giorni. Comunque il rapporto è stato sicuro, però la mia paura è questa: quella sera è successo 3 volte…. la seconda volta, nel mettere il preservativo ho sbagliato lato e non si srotolava, quindi ho cambiato lato e la parte che prima era interna è diventata esterna. Non vorrei che il preservativo forse era bagnato di liquido pre-eiaculatorio e allo stesso tempo di residui del primo rapporto anche se mi sono “pulito”… A lei il ciclo doveva venire circa giorno 15 maggio ed ora avrebbe 7 giorni di ritardo, però tra l’1 maggio e il 5 maggio ha avuto piccole macchie rossastre, può essere che sia rimasta incinta?
Vi prego rispondete perché sono troppo in ansia.
Vi ringrazio anticipatamente…

Bryan, 20 anni


Caro Bryan,
quando c’è una irregolarità del ciclo, hai ragione è difficile poter stabilire una finestra precisa del periodo fertile che dovrebbe solitamente oscillare tra l’11° e il 18° del ciclo.  Questo non permette di poter stabilire una significatività dei rischi.
Per quanto a livello scientifico sia ancora una controversia aperta sembra che secondo ultime ricerche il liquido pre-seminale non contenga spermatozoi e seppure ve ne fossero piccole quantità questi non sarebbero in grado di fecondare. Ma come accenni anche tu essendo un rapporto ravvicinato potrebbe esserci dei residui di sperma, visto che gli spermatozoi rimangono in vita nelle ghiandole che si trovano vicino alla base del pene e quindi potrebbero fuoriuscire anche nelle primissime fasi dei rapporti successivi. Una buona pulizia non sempre è sufficiente, viene infatti consigliato di orinare per potere eliminare le tracce preesistenti. Anche se va ribadito che La minzione dopo l’eiaculazione non ha un potere contraccettivo, ma semplicemente riduce la possibilità di concepimento. E’ davvero difficile in una consulenza online, poterti dare delle certezze assolute in quanto non è possibile poter controllare tutte le variabili e magari servirci di strumenti di approfondimento diagnostico. Quello che ti consigliamo di fare è di effettuare un test di gravidanza valido sin dal primo giorno di ritardo che vi permetterà di avere un elemento più concreto su cui ragionare.
Le perdite di cui parli molto probabilmente potrebbero collegarsi allo spotting ovulatoriodovuto ad un brusco calo degli estrogeni (sbalzo ormonale) che solitamente precede di qualche giorno il picco ovulatorio (picco di LH) e che provoca un piccolo sfaldamento della mucosa uterina. Lo spotting può avere cause disfunzionali e organiche. Le più comuni sono le prime, legate a un’ovulazione non ottimale e sono più frequenti soprattutto in giovane età. Tendono a risolversi spontaneamente nel corso di due o tre cicli mestruali.
Le alterazioni ormonali possono dipendere da cause diverse: stress, disturbi del comportamento alimentare, assunzione di contraccettivi ormonali. Se lo spotting si protrae nel tempo e si ripete nei mesi, è un segnale del corpo che ci suggerisce che bisogna attivarsi.
Speriamo di essere stati comunque di aiuto.
Un caro saluto!