É possibile che sia rimasta incinta con i preliminari?…

Durante il periodo di ovulazione io e il mio ragazzo abbiamo fatto dei preliminari. Io ero abbastanza tranquilla, fino ad oggi. Il 23esimo giorno abbiamo fatto l’amore per poco, con il preservativo.

Buongiorno. Vi scrivo perché sto vivendo nell’ansia piú totale, sono sola e non ho nessuno a cui possa raccontare queste cose. Sono al 29esimo giorno di ciclo, e le mestruazioni non mi arrivano. Non sono in ritardo, ma ho tanta tanta paura di esserlo.  Durante il periodo di ovulazione io e il mio ragazzo abbiamo fatto dei preliminari. Io ero abbastanza tranquilla, fino ad oggi. Il 23esimo giorno abbiamo fatto l’amore per poco, con il preservativo. Ha eiaculato fuori e ha controllato il preservativo, ed era tutto apposto. Ora però sto vivendo nella paura di essere rimasta incinta con i preliminari: ho paura che magari con le sue dita mi abbia messo incinta (anche se le ha sempre asciugate). Ho paura perché lui sa che in questi giorni mi deve arrivare il ciclo, quindi mi chiederà sicuramente. Ho paura anche perché fra una settimana dobbiamo andare via insieme per la prima volta, e non voglio rovinare questa cosa, mettendogli ansia addosso perché non mi arriva il ciclo. In piú lui é già molto stressato per altri motivi. Mi sento molto sola, e pure falsa nei suoi confronti perché gli sto nascondendo queste paure. Cosa posso fare? É possibile che sia rimasta incinta con i preliminari e tramite le dita (anche solo umide, non bagnate)? Non ho la forza di comprare un test, ho troppa paura e ripeto mi sento troppo sola.

Anonima


Cara Anonima,
ci colpisce tanto questo senso di solitudine che deve essere per te una vera prigione. Il più delle volte è proprio la paura di sentirci delusi e rifiutati che non ci permette di chiedere aiuto, ci fa restare protetti nel nostro guscio ma non permette neanche agli altri di aiutarci davvero.
Da quello che ci racconti ci sembra di capire che ci siano stati episodi di petting e non un rapporto completo con eiaculazione interna. In questi casi è difficile se non impossibile che si possa instaurare una gravidanza in quanto il contatto è esterno e lo sperma a contatto con l’aria, superfici esterne, indumenti tende a seccarsi rapidamente non essendoci le giuste temperature e il ph adeguati. Solo nel caso in cui si inserisse un dito in vagina sporco di sperma appena eiaculato potrebbero esserci dei rischi, sempre se la donna si trova nel periodo fertile. Ma è chiaro che non possono esserci delle certezze assolute. Inoltre va differenziato il momento della eiaculazione dal liquido preseminale emesso durante le prime fasi del rapporto. Questo, nonostante in letteratura la controversia sia sempre aperta, secondo alcune recenti ricerche non dovrebbe contenere spermatozoi mobili capaci di fecondare. Per quanto riguarda invece il secondo rapporto protetto non ci sono rischi di alcun genere.
Sicuramente fare un test potrebbe aiutarti ad arginare meglio l’ansia. Questo può essere fatto dopo 12/14 giorni dal presunto rapporto a rischio, per avere una affidabilità.
Quello che più ci fa riflettere è proprio questo tuo senso di solitudine, di fragilità nel condividere anche le tue ansie e paure. Non devi aver paura e confrontarti con il tuo ragazzo, il rapporto serve proprio per confrontarvi e sostenervi in momenti di difficoltà. E poi provo a parlane magari con qualche tua amica, tenere tutto dentro ti corrode e ti appesantisce e a volte ci fa perdere anche il senso delle cose.
Ricorda che il ciclo potrebbe subire delle irregolarità in periodi in cui prevale l’ansia e il panico. Quando si verifica una situazione di stress vengono prodotti due ormoni il cortisolo e l’adrenalina che ci consentono di far fronte a una situazione di emergenza. Se la situazione si prolunga la reazione “ormonale” di allarme va ad influenzare l’ipotalamo, dove risiedono anche le strutture di controllo del ciclo mestruale. Ciò può causare un blocco dell’ovulazione, o un’alterata produzione del progesterone, per cui le mestruazioni possono presentarsi in anticipo, o ritardare, saltare completamente, o presentarsi con fenomeni di spotting, cioè perdite scarse e scure.
Capiamo che sia davvero molto difficile ma prova a farti forza e a fare il test in modo da poter vivere questo tempo con lui in maniera anche più serena e libera.
Torna a scriverci se ne senti il bisogno, magari raccontarci qualcosa in più dei tuoi vissuti ci può aiutare a sostenerti meglio.
Un caro saluto!