La devo fare o no la pausa di milvane per far "respirare il corpo"?...

La devo fare o no la pausa di milvane per far “respirare il corpo”?…

Salve,
uso la pillola milvane da tre anni, mi trovo benissimo e non ho avuto quasi nessun effetto collaterale e periodicamente ho sotto controllo le analisi e oltre il ph un pò alterano perchè bevo pochissimo nulla di che…ho avuto solo un pò di calo di desiderio e l’impossibilità di raggiungere orgasmi, sono quasi scomparsi dopo un anno di assunzione…ma adesso vivo con serenità la mia sessualità prima avevo sempre paura di tutto, quindi per adesso mi sta anche bene questa situazione. la mia unica ansia sta nel fatto che se un giorno dovessi interromperla non avrei problemi a recuperare la mia sessualità al 100%? o gli effetti si protraggono nel tempo? ho un pò paura per questo.
E ultima domanda, assumendo milvane che non è leggerissima per tre anni senza interruzione la devo fare o no la pausa per far “respirare il corpo” e per quanto tempo? ci sono pareri contrastanti, chi dice che serve per evitare la trombosi e altre malattie, chi dice che non serve e che non bisogna interromperla assolutamente ecc… e io chiedo a voi perchè mi sono trovata sempre benissimo con i vostri consulti.
grazie mille
saluti

Giovanna, 24 anni


Cara Giovanna,
prima di tutto ti ringraziamo per la fiducia che continui ad avere nel nostro servizio.
Per quanto riguarda le tue richieste, durante l’impiego dei contraccettivi orali combinati, è necessario ripetere gli esami di controllo almeno una volta l’anno. È importante anche che sia effettuata periodicamente una valutazione medica, perché controindicazioni o fattori di rischio (per esempio un’anamnesi familiare di trombosi venosa o arteriosa) possono comparire per la prima volta durante l’impiego di un contraccettivo orale combinato. La frequenza ed il tipo di queste valutazioni debbono essere adattati individualmente alla paziente, ma debbono in genere rivolgere particolare attenzione alla pressione arteriosa, alle mammelle, all’addome e alla pelvi, compresi citologia cervicale e i relativi esami di laboratorio.
Detto ciò, se con un contraccettivo orale non dà particolari controindicazioni e i controlli danno esiti nella norma, non è necessario sospenderlo o cambiarlo, a meno che non si cerchi una gravidanza.
Ad ogni modo, ti consigliamo sempre di parlarne con il ginecologo che ti ha in cura e che conosce bene il tuo quadro clinico.
Un caro saluto!

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it