Sto vivendo nell’ansia, ho sempre il terrore che alla fine qualcosa vada storto…

Buongiorno, scrivo perché sto vivendo nell’ansia e nella confusione più totale. Da qualche mese io e il mio ragazzo abbiamo iniziato a fare l’amore. Lo amo tanto e mi piace farlo con lui, ma pur avendo voglia anche io, ho sempre il terrore che alla fine qualcosa vada storto, ovvero che lui non si accorga che il preservativo era rotto e io rimanga incinta. Questa cosa è più forte di me, e anche se lui controlla sempre che sia andato tutto bene, io non riesco a non aver paura. In più lui non mi fa mai guardare mentre toglie il preservativo dal pene perché dice che si imbarazza tanto e non è bello che io lo veda. Proprio per questo però vado in ansia, perché  ho paura che lui non stia attento al 100% e si possa NON accorgere di un’eventuale buco o rottura. É possibile? Lui non lo gonfia e nemmeno ci mette dentro acqua, semplicemente lo guarda e poi ci fa un nodo. In questo modo è possibile non accorgersi di una rottura? Ho paura di chiedergli “posso controllare anche io?” perché credo che si offenderebbe, visto che sarebbe come una mancanza di fiducia nei suoi confronti. Però è anche vero che io non sono tranquilla per niente… Cosa posso fare? Le mie paure sono fondate o dovrei stare tranquilla e fidarmi di lui? Non è un ragazzino, ha 25 anni e prima di me ha avuto un’altra ragazza con la quale è stato per un anno, quindi di esperienza ne ha. Mi sento malissimo.

Chiara


Cara Chiara,
comprendiamo la tua ansia e cercheremo di tranquillizzarti come abbiamo fatto in altre occasioni.
Immaginiamo non sia facile convivere con questa agitazione che ti porta a non rilassarti e a viverti l’intimità con il tuo fidanzato non serenamente. Chi è alle prime esperienze spesso è preso da pensieri e preoccupazioni proprio perchè la sessualità è un’area ancora ignota e quindi da scoprire, si ha infatti bisogno di un tempo innanzitutto interno e soggettivo per essere compresa e per stabilire con essa un buon rapporto. Detto ciò, dalle tue parole si percepisce una forte angoscia che ruota attorno all’integrità del preservativo, alla paura di una gravidanza indesiderata e alla poca fiducia che sembri riporre nel tuo partner. Vedi, l’ansia spesso porta a sconfinare arrivando a mettere in discussione il comportamento del partner, non si riesce a fidarsi delle sue capacità proprio perchè si perde il controllo della situazione.
Questo non vuol dire che non si possono avere ansie e paure, ma è importante cercare di gestirle, riconoscerle e dar loro un nome. In questo modo è possibile allentare l’angoscia e dare un pò più di fiducia all’altro. A tal proposito, ognuno sceglie il modo più opportuno per controllare un eventuale rottura del preservativo e riteniamo che quello scelto dal tuo partner può andar bene in quanto facendo un nodo se ci fosse un foro si noterebbe una perdita del liquido seminale, quindi puoi stare tranquilla sull’affidabilità del metodo. E’ però evidente che questo sembra non bastarti, ma forse vale la pena trovare un modo per allentare la tensione e il controllo. D’altra parte il tuo fidanzato è riuscito a confidarti l’imbarazzo nell’essere visto mentre si sflila il preservativo e forse gli va dato il tempo per arrivare a viversi anche questo momento che sembra così privato in un clima di condivisione di coppia.
Se pensi che il preservativo non ti fa stare tranquilla, potresti valutare la possibilità di cambiare metodo contraccettivo dal momento che hai iniziato ad avere un’attività sessuale più frequente. Prova a parlarne con il tuo partner e vedere insieme a lui come gestire la situazione, potresti consultare una ginecologa di fiducia che possa aiutarvi a scegliere il contraccettivo più adeguato alle vostre esigenze.
La sessualità è un’area di piacere e non di terrore e per questo motivo riteniamo sia importante che tu riesca ad arginare pensieri e preoccupazioni per vivertela al meglio!
Speriamo di averti offerto degli spunti su cui poter riflettere.
Un caro saluto!