Da Salmo a Carl Brave. Rock in Roma torna nel segno della musica italiana

Salmo, Calcutta, Carl Brave. Rock in Roma torna nel segno della musica italiana

In calendario anche il live di Ketama126 che, ai nostri microfoni, ha commentato la sua presenza al festival
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – Da Calcutta a Salmo. Da Carl Brave a Franco126. In mezzo Gemitaiz, The Zen Circus, Subsonica, J-Ax + Articolo 31 e non solo. Torna, per la sua undicesima edizione Rock in Roma, l’ormai appuntamento fisso dell’estate capitolina. Quest’anno, il calendario è fitto di eventi e la musica italiana la fa da padrona. Quattro le location che ospiteranno i concerti. Fulcro del festival lo storico stage dell’Ippodromo delle Capannelle, punto di partenza di un evento che, in questa edizione, diventa sempre più integrato con Roma e le sue bellezze. A fare da sfondo ai live si aggiungono il Teatro Romano di Ostia Antica, la Cavea dell’Auditorium Parco della Musica e il Circo Massimo dove Rock in Roma chiuderà il 7 settembre con il concerto dei Thegiornalisti. Doppio palco a Capannelle: allo stage principale ne sarà affiancato uno secondario riservato all’after show di alcuni artisti, in programma dopo i concerti di punta a titolo totalmente gratuito. Tra i nomi da seguire Ketama126, Capo Plaza e Luchè.

Rock in Roma - Ketama126 nella line up

Il programma, dunque, si articola e si fonde con la città più che mai. “Ora è tutto diverso da come forse lo avevamo immaginato all’inizio”, ha detto uno dei due fondatori Sergio Giuliani. “Abbiamo integrato la location storica di Capannelle- ha spiegato- con altre quattro aree. Non ci fermeremo qui. Scoveremo luoghi che abitualmente non sono utilizzati per la musica, magari anche periferici, per rendere il festival ancora più integrato con la città“.

Dopo il successo della scorsa edizione culminata con il live sold out di Coez, la parola d’ordine per Rock in Roma è superare ogni aspettativa. È così che si è andato delineando il cartellone dell’edizione 2019. Tanta musica italiana ma spazio anche ai grandi nomi. Cresce l’attesa per i Thirty Second to Mars, gli Skunk Anansie e Ben Harper che si esibiranno all’Auditorium. Loredana Bertè, invece, animerà il Teatro Antico di Ostia. I live saranno trasmessi in diretta da Rai Radio 2, media partner dell’evento insieme a Rockol

Rock in Roma. Pier Ferrantini e Carolina Di Domenico:"Vogliamo vedere Salmo"

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it