"Gemelli", in anteprima su Diregiovani il nuovo video di Peligro

“Gemelli”, in anteprima su Diregiovani il nuovo video di Peligro

Il brano è disponibile da domani
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – A un anno da “Mietta sono io”, Peligro torna con il nuovo singolo “Gemelli”. Scritto da Peligro e prodotto da Hernan Brando, la canzone descrive le peculiarità di chi è nato sotto il segno dei Gemelli, in costante rapporto con il proprio dualismo. “Gemelli” è disponibile su tutte le piattaforme da domani.

Il video potete vederlo qui in anteprima. 

“Che si creda o meno all’astrologia, certi tratti della nostra personalità finiscono inevitabilmente per coincidere con quelli attribuiti al nostro segno zodiacale – racconta Peligro – è il caso dei Gemelli, così contraddittori, come due anime in una sola persona, destinati a volare in alto, ma con la paura di cadere”.

Il video, per la regia di Jacopo Rossini, racconta un confronto generazionale tra giovani e meno giovani. Le due generazioni, che agli occhi della società vengono considerate distanti per i loro modi di affrontare la vita, si riscoprono compatibili al punto che gli anziani si comportano come se fossero giovani e i giovani si divertono insieme a loro come se fossero coetanei, quasi gemelli.

“Realizzare il video di Gemelli è stata un’esperienza unica e molto divertente – racconta Peligro – Ho voluto raccontare l’incontro tra due generazioni apparentemente distanti ma in realtà vicine. È stato un momento davvero speciale e mi ha insegnato a vedere tante cose da una prospettiva diversa”.

Il testo

Stiamo vicini, ce lo dicono gli astri
è il solo modo per scongiurare disastri
ma te lo ricordi il giorno che ti innamorasti
oggi che innamorarsi è più vecchia scuola di mangianastri
passionale sempre, contraddittorio a tratti
cerco vie concrete per dei sogni astratti
come percorrere chilometri per isolarti
e poi cercare sguardi amici negli occhi degli altri

Siamo nati per volare sempre in alto
ma la vita ci costringe sull’asfalto
sto arrivando dimmi solo dove e quando
solo un filo ci divide dallo schianto

Solo un filo ci divide dallo schianto
solo un filo ci divide

GEMELLI NOI AMANTI DEGLI STIMOLI
GEMELLI NONCURANTI DEI PERICOLI
GEMELLI SEMPRE UNITI MA DIVISI
NOI DEI GEMELLI, GEMELLI

Ombra e luce, Castore e Polluce
non c’è anestesia per l’energia che si produce
con la lontananza la distanza si riduce
come lembi di tessuto con la mano che li cuce

Resto diviso tra l’inferno e il paradiso
tra una parte che non sa che fare e l’altra che ha deciso
due nemici per la pelle in uno spazio condiviso
ciò che passa per la testa non me lo leggi sul viso
poli opposti ruotiamo sullo stesso asse
come fossimo fatti della stessa classe
mi trovi dove primavera si fa sette
dominato da Mercurio e dall’istinto che prevale

Siamo nati per volare sempre in alto
rimandiamo per paura in quel salto
due persone dentro ad un corpo soltanto
solo un filo ci divide dallo schianto

Rimandiamo per paura di quel salto
siamo nati per volare

GEMELLI NOI AMANTI DEGLI STIMOLI
GEMELLI NONCURANTI DEI PERICOLI
GEMELLI SEMPRE UNITI MA DIVISI
NOI DEI GEMELLI, GEMELLI

GEMELLI NOI AMANTI DEGLI STIMOLI
GEMELLI NONCURANTI DEI PERICOLI
GEMELLI SEMPRE UNITI MA DIVISI
NOI DEI GEMELLI, GEMELLI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it