VIDEO| "En e Xanax", Comete racconta l'amore vissuto in quarantena

VIDEO| “En e Xanax”, Comete racconta l’amore vissuto in quarantena

La quotidianità separati ma connessi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – È su YouTube “En e Xanax”, la cover di Samuele Bersani realizzata da Comete, il progetto musicale di Eugenio Campagna.


Il video, tutto girato durante il lockdown con la regia di Lorenzo Silvestri e Andrea Losa del collettivo Bendo, racconta da una prospettiva più che mai attuale la separazione fisica di una coppia di amanti, costretti a dover affrontare da soli i problemi e le emozioni legate a questo distacco.

I protagonisti sono catturati nei vari momenti di quotidianità, dove in maniera quasi simmetrica vivono la loro routine, separati ma connessi. Il brano trova una nuova forma con la reinterpretazione di Comete e grazie al video viene reso estremamente attuale, raccontando così in chiave moderna una canzone pilastro del repertorio musicale italiano. Eugenio riesce a dare un suo significato alle parole del pezzo che diventano per lui, oltre ad essere il racconto di una splendida storia d’amore moderna, un invito ad amare se stessi.

Il brano secondo Eugenio

“Questa canzone -racconta Eugenio – mi ha accompagnato in un momento molto duro della mia vita e avere l’occasione adesso di proporre una mia versione mi da di nuovo modo di esorcizzare quel dolore. Questo brano a mio parere va oltre la storia d’amore tra due individui -spiega- ma riesce a parlare anche a chi ha bisogno di intraprendere una storia d’amore con se stesso. In una società dove va tutto veloce, dove esiste una medicina per qualsiasi male non riusciamo quasi mai a stare a faccia a faccia con noi stessi. Questa canzone urla quest’esigenza, l’esigenza di amarsi con tutti i difetti e le paure. Il dolore ci permette di avere un incontro reale con noi stessi e con l’altro, del resto: ‘dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori’”. 

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it