Da Ultimo ad Aiello. Saltano i concerti, sarà un'estate senza live

Da Ultimo ad Aiello. Saltano i concerti, sarà un’estate senza live

Guida agli spettacoli che rimangono in piedi
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

ROMA – L’Italia riparte da oggi e pian piano lo faranno tutte le attività. Per tornare a cantare sotto palco in un concerto, però, dovremo aspettare ancora un po’. Fino al 31 luglio rimangono vietati gli assembramenti. Questo significa che sarà un’estate priva di grandi eventi live. Da Ultimo a Tiziano Ferro, passando per Aiello, Willie Peyote, Camila Cabello, Simple Minds, Salmo, Coma Cose e Billie Eilish. E ancora Fasma, Rocco Hunt, Mahmood, Francesca Michielin e Alberto Urso. Tutto rimandato al 2021, come fa sapere in una nota Assomusica. Le info per ogni artista sono disponibili sul sito dell’organizzazione del concerto. 

Cosa si potrà fare secondo il nuovo dpcm

A quali spettacoli potremo partecipare quindi? A spiegarcelo è il nuovo dpcm in vigore da oggi. Dal 15 giugno sono concessi soltanto gli “spettacoli aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto”. Cosa significa nello specifico?

Il numero il numero di spettatori limite sarà di 1000 per gli spettacoli all’aperto e 200 per quelli negli spazi chiusi. 

Secondo quanto si legge, “restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi”.

Le regole per gli spettacoli

In pratica, si potrà tornare al cinema o a teatro ma sempre nel rispetto delle regole di distanziamento sociale, come spiega un allegato al dpcm.

Non si potrà stare vicini. Sarà disposta la “segnaletica per far rispettare la distanza fisica di almeno 1 metro anche presso le biglietterie e gli sportelli informativi, nonché all’esterno dei luoghi dove si svolgono gli spettacoli”.

Rimane l’obbligo di utilizzo della mascherina. In più, all’ingresso dell’evento sarà misurata la temperatura per impedire l’accesso a chi superi i 37.5 gradi. I locali dovranno attuare una costante igienizzazione delle sale e un’adeguata areazione con ricambio d’aria.

Vietato consumare cibo e bevande e ovviamente la vendita degli stessi. Stessa cosa per la vendita dei biglietti con modalità telematiche (all’ingresso dei cinema per esempio). Il fine è sempre quello di evitare gli assembramenti. Limitati anche i pagamenti con contanti quando possibile.

Saranno, invece, resi disponibili i sistemi di disinfezione delle mani.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Leggi anche:

Le notizie del sito diregiovani sono utilizzabili e riproducibili, a condizione di citare espressamente la fonte «diregiovani.it» e l'indirizzo “ www.diregiovani.it